L’impresa del Tobbiana è solo sfiorata: i rigori regalano al Dore l’ennesima finale

Pubblicato il 27 luglio 2012 by marco


Senza dubbio è stata una delle più emozionanti e sorprendenti semifinali degli ultimi anni, infatti Dore e Tobbiana hanno divertito il pubblico di un “Nencini” tutto esaurito con un’elettrizzante partita incerta fino all’ultimo istante di gioco. Nonostante lo stesso numero di punti nella prima fase del torneo, il rione bianco-rosso si presentava a questo match da favorito per diversi motivi: la vittoria nel precedente scontro contro il Tobbiana, il ritorno in rosa per mister Paesano di Accardo-Porcu e Gentili, e sicuramente l’esperienza. Nonostante questo, il rione bianco-blù si è arreso solo ai calci di rigore, confermandosi squadra validissima capace di sopperire all’assenza di un giocatore importante come Vannucci e mettendo più volte in seria difficoltà la formazione avversaria dominando, a tratti, il gioco.

Nella prima mezzora l’incontro è equilibrato e concentrato soprattutto a centrocampo senza eccessive insidie per le due retroguardie, infatti la prima vera azione da gol si ha proprio al 30esimo minuto: dopo un lancio sul filo del fuorigioco, Fontanelli anticipa Franchi in uscita con un tocco sotto, ma Cirri salva il pallone prima che oltrepassi la linea della porta. Appena 1 minuto dopo arriva il vantaggio del Tobbiana: Bucci, uno dei più validi centrocampisti del torneo, si libera al limite dell’area, e lasciando partire un un tiro potente e preciso supera sul secondo palo il portiere Franchi. Il Dore, che prima era arrivato poche volte nell’area avversaria, aumenta il numero delle offensive alla ricerca del pareggio, però il rione bianco-blù è talmente asfissiante nella pressione sui portatori di palla che Porcu e compagni faticano a costruire azioni insidiose. Al 37′ minuto è lo stesso capitano bianco-rosso a farsi pericoloso, sfiorando sotto porta il pallone servito da Meoni Lorenzo. Appena prima del duplice fischio il Dore colpisce: dopo una punizione di Luzzu dal lato sinistro del campo, il centravanti Brio è bravo a smarcarsi e a battere il portiere Cusumano con una bella deviazione di prima.

I primi minuti del secondo tempo sono densi di azioni offensive del Dore, che ha in Accardo, un pò in ombra fino ad ora, il giocatore più pericoloso. Al 46esimo, su una palla filtrante, e dopo un velo dello stesso attaccante bianco-rosso, Luzzu anticipa il portiere nell’1 contro 1 e con un tiro che entra lentamente in rete porta in vantaggio la sua squadra. A questo punto mister Nesi decide di cambiare qualcosa, e sostituisce Matera col fresco Dabizzi. La sostituzione è azzeccatissima, infatti il numero 7 ha un importante impatto sulla  gara: al 54′ minuto, salvando un pallone sulla linea di fondo campo, serve di mancino un bellissimo assist in mezzo all’area di rigore sul quale Costa si fa trovare pronto in un colpo di testa che si insacca alle palle di Franchi. Solo un minuto dopo si ripete l’azione del gol con Dabizzi che crossa e Costa che incorna il pallone a pochi passi dalla porta bianco-rossa, ma questa volta il portiere compie con un colpo di reni un vero miracolo. Il Tobbiana si rende conto dell’attimo di confusione del Dore e quindi aumenta il pressing tant’è che al 56esimo si ribalta il risultato col gol del 3-2: l’attaccante Costa tira da fuori area, Franchi respinge, e sulla ribattuta Bonelli gonfia la rete per la terza marcatura della squadra bianco-blù. A venti minuti dalla fine i ritmi non calano, nonostante i giocatori abbiano corso freneticamente per tutto il match, e il rione bianco-rosso cerca in tutti i modi il pareggio. Al 66esimo cambia ancora il risultato: a segnare è nuovamente Luzzu, questa volta con una punizione sopra la traversa che si insacca alle spalle di Cusumano. Dopo il 3-3  non ci sono più occasioni da rete, le due formazioni rallentano, avendo speso tantissimo nel corso della partita, e così arriva il fischio finale che decreta i tempi supplementari. Il primo di questi è interessato solo dal cambio di mister Nesi che mette in campo il centrocampista Rossi, mentre nel secondo supplementare non mancano le opportunità di segnare: al primo minuto ci prova Porcu, ma il tiro è centrale; al settimo Fontanelli calcia alto dopo una palla riconquistata dal rione bianco-blù a centrocampo; appena prima del fischio dell’arbitro sulla testa di Costa capita l’incredibile pallone del possibile 4-3, ma stavolta il bomber del Tobbiana è spreciso e mette il pallone sul fondo. Arrivano così i calci di rigore. Fino al quinto tiro dal dischetto nessuno delle due squadre sbaglia, però al rigore decisivo il giocatore tobbianese Bucci si fa parare il tiro da Franchi. Il Dore conquista ancora una volta la finale, alla ricerca di una nona vittoria che lo manderebbe sempre più in fuga nell’albo d’oro, mentre il Tobbiana sfiora soltanto una storica finale mai raggiunta dal rione bianco-blù.

Marco Piantini

Tabellino

 

DORE – TOBBIANA 3 – 3 (8-7 dopo i calci di rigore)

 

DORE: Franchi, Meoni Andrea(Stobbia 66′), Cirri, Maccari, Meoni Lorenzo, Battistini, Gentili, Porcu, Luzzu, Brio, Accardo

Panchina: Macchini, Arrigucci, Baldi, Bettarelli, Bruni, Cherubini, Fabbri, Nesi

Allenatore: Paesano Alessandro

TOBBIANA: Cusumano Alessio, Matera(Dabizzi 50′), Fedi, Cusumano Sascha, Mazzanti, Fontanelli, Bonelli, Nesi Federico(Rossi 6′ 1°ts), Bucci, Lo Faro, Costa

Panchina: Bedin, Loriga, Torracchi, Pellegrini

Allenatore: Nesi Marco

ARBITRO: Romanelli. Assistenti: Rinaldi e Cannizzaro

MARCATORI: Bucci (31′), Costa (54′), Bonelli (57′) (Tobbiana) ; Brio (40′), Luzzu (46′), Luzzu (66′) (Dore)

RIGORI: A segno per il Dore: Brio, Battistini, Gentili, Accardo, Luzzu. A segno per il Tobbiana: Rossi, Bonelli, Lo Faro, Costa ; errore per il Tobbiana di Bucci

NOTE: Ammoniti: Gentili, Maccari, Luzzu, Cirri (Dore); Lo Faro, Cusumano (Tobbiana)

Comments are closed.

Advertise Here
Advertise Here

ADS