Archivio | giugno, 2013

Fognano vince ai rigori contro la Smilea

Pubblicato il 27 giugno 2013 by Oggi

Protagonista assoluto il portiere del Fognano Pagliai che ha parato tre rigori e ne ha segnato uno al suo collega della Smilea Leporatti. I calci dal dischetto hanno fatto pendere la bilancia dalla parte del Fognano dopo l’1 a 1 maturato al termine dei tempi regolamentari. Il Fognano ha riacciuffato il pareggio in extremis, nel recupero, con un gol di Milazzo su punizione dopo che la Smilea era andata in vantaggio all’8′ della ripresa con Cecchi, svelto a sfruttare un passaggio indietro di un difensore e a infilare la porta di Pagliai. Nel primo tempo c’era stato equilibrio nel gioco ma il Fognano aveva avuto due grosse occasioni da rete fallite da Lombardi e da Milazzo. Per la Smilea nel primo tempo solo un tiro dal limite di Pallara respinto da Pagliai. Nel secondo tempo una mossa dell’allenatore della Smilea Vannucci rompeva l’equilibrio. Cecchi era spostato da terzino a centravanti con l’uscita dal campo di Meoni Luca sostituito da Meoni Alessio. Cecchi inaugurava la nuova posizione sfruttando al meglio un pasticcio della difesa del Fognano. Da quel momento la Smilea sembrava in grado di controllare piuttosto bene la partita, anche se il Fognano sfiorava il pareggio al 15′ con Luigi Millazzo che tutto solo sparava sopra la traversa. Dalla parte opposta la Smilea chiedeva il rigore, non concesso dall’arbitro, per un atterramento di Pallara. Lo stesso Pallara in contropiede sfiorava il raddoppio ma trovava pronto Pagliai alla parata. In quello che forse sarebbe stato l’ultimo tentativo del Fognano, a tempo ormai scaduto, l’arbitro concedeva una punizione dal limite, un po’ spostata sulla sinistra, che veniva sfruttata magistralmente da Luigi Milazzo con un gran tiro finito nell’angolo basso alla destra di Leporatti. Ai calci di rigori il pubblico rimasto malgrado la pioggia sulle tribune del Nencini assisteva allo show di Pagliai che neautralizzava i rigori di Pallara, Borselli e Bernardini, andando a segnare il terzo rigore del Fognano. Dopo cinque rigori per parte il risultato era in parità ma al sesto tiro dal dischetto il tiro di Bernardini era parato da Pagliai mentre quello di De Leonardo finiva nel sacco.

PAGELLE

SMILEA – Leporatti 6, Borselli 6, Bertini 6 (Bernardini 5,5), Cecchi 6,5, Nesi 6, Risaliti 6 (Talini s.v.), Pallara 6,5, Lunghi 6,5, Nincheri 6, Meoni Luca 5,5, Venturi 6. In panchina: Biagianti, Galli, Bessi. All. Vennucci

FOGNANO – Pagliai 8 – Nanni Andrea 6, Nanni Mirko 6, Ferri 6, Ciofi 6, Lombardi 6 (Latronico s.v.), Brunetti 6 (52′ Torracchi) , Carlesi 6, Ferretti 6 (75′ Tucci), Milazzo Gianluca 6,5 (50′ De Leonardo) , Milazzo Luigi 5,5.  In panchina: Torracchi, Marra, Ravagli, Ciofi Francescoo, Ferrati.  All. Franchi.

Arbitro; Morganti di Prato

Marcatori: Cecchi 48′ , MIlazzo Luigi 81′

Rigori Per la Smilea a segno Venturi, Cecchi e Marconi, falliscono Pallara, Borselli e Bernardini. Per il Fognano a segno Milazzo Luigi, Pagliai, Ciofi Filippo e De Leonardo, falliscono Tucci e Ferri Marco.

Commenti disabilitati su Fognano vince ai rigori contro la Smilea

La Biga vola in testa: goleada contro la Stazione

Pubblicato il 26 giugno 2013 by marco

Grazie ad una netta vittoria a suon di reti, addirittura 6 i gol subiti dalla Stazione, la Bigattiera guadagna tre punti di fondamentale importanza per il proseguo del torneo che la fanno balzare in testa alla classifica. La partita, alle prime battute, sembrerebbe abbastanza equilibrata e giocata essenzialmente a centrocampo, ma i ragazzi di mister Allori reggono la prima mezzora di gioco prima di essere infilati più volte. Al 20esimo arriva il gol del vantaggio giallo-nero con Grassini, che ricevendo una palla alta in profondità tira senza pensarci due volte con gran precisione insaccando così in rete l’1-0 dopo aver colpito il palo. I giocatori bianco-bordò pur correndo molto hanno di fronte una ben organizzata Bigattiera che mantiene il pressing alto e che cerca azioni di prima e veloci. Al 30esimo il rione in svantaggio si fa vedere dalle parti del portiere Giomi, quando una punizione sulla fascia arriva sul secondo palo per la sponda in area dove però non c’è nessuno. Successivamente, nel giro di 10 minuti, la Bigattiera ha il tempo di sbagliare tre reti e di segnarne altrettante, di cui una non convalidata. Al 33esimo Perugi trova Giovannini in area che in scivolata mette a lato; al 35esimo Grassini liscia davanti al portiere fallendo il raddoppio, poco dopo invece lo stesso giocatore gonfia la rete a gioco fermo per fuorigioco; al 38esimo il centravanti Giovannini in tuffo di testa trova davanti a sé un reattivo Paolantonio, ma 1 minuto dopo con gran caparbietà vince un contrasto davanti all’area di rigore e tirando verso lo specchio sigla il meritato 2-0. Appena prima del duplice fischio dell’arbitro la Bigattiera segna anche il 3-0: Ferri, con una punizione nei pressi della bandierina al limite dell’area, calcia a giro sul secondo palo e trafigge l’estremo difensore stavolta colpevole. La seconda frazione parte subito male per la Stazione, in quanto nel giro di due/tre minuti i giallo-neri firmano il 5-0: prima è Giovannini (doppietta per lui) che con un tiro da fuori area trova ancora una volta mal posizionato il portiere, poi Ferri lasciato colpevolmente libero nell’area piccola ha il tempo di toccare il pallone ripetutamente prima di appoggiare in rete il quinto gol. A questo punto della partita i due allenatori, ormai chiarissime le sorti del match, si giocano le sostituzioni a disposizione per dare fiato ai giocatori in campo e fare un po’ di turnover. Al 52esimo peggiorano le cose per la Stazione, quando il numero 9 Melis viene espulso dal direttore di gara per proteste. I bianco-bordo col morale sotto gli scarpini ed in inferiorità numerica si danno da fare con cuore in mezzo al campo cercando qualche azione degna di nota, ma l’unica è un tiro alto di Spanò al 60esimo. A dieci minuti dalla fine Perugi segna il 6-0 inserendosi tra le maglie avversarie e battendo Paolantonio da posizione ravvicinata. Il triplice fischio decreta la fine della partita, e mentre per la Bigattiera i 6 punti finora raccolti sono rassicuranti per il raggiungimento della seconda fase del Torneo, per la Stazione si fa durissima viste le due brutte sconfitte subite e gli 0 punti in classifica.

TABELLINO

BIGATTIERA: Giomi sv, Giannini 6, Lucchesi 6.5, Pettazzoni 6, Lami 6.5 (70′ Salis sv), Grassini 6.5 (45′ Nencini sv), Innocenti 6.5, Rossi 6, Perugi 6.5, Ferri 7 (60′ Monfardini sv), Giovannini 6.5 (45′ Silvestri sv)   In panchina: Riccio, Mariotti. All.Saltini

STAZIONE: Paolantonio 4.5, Canelli 5 (40′ Zingarello 5.5), Fregi 5.5, Di Girolamo 5, Proto 5.5, Polvani 6.5 ( 40′ Baldi 5.5), Minighetti 6, Russo 5.5, Melis 5, Spanò 5.5 (56′ Novelli 5.5), Mihalcut 5.5   All.Allori

Arbitro Sampaolo di Prato

MARCATORI: Grassini(20′), Giovannini(38′)(44′), Ferri(39′)(45′), Perugi(70′) (Bigattiera)

NOTE: espulso Melis al 52esimo minuto

 

Giocatori Goal Segnati
Costa (Tobbiana) 2
Giovannini (Bigattiera) 2
Ferri (Bigattiera 2
Grassini (Bigattiera 1
Perugi (Bigattiera 1
Brio (Dore) 1
Gori(Ugna) 1
Fontanelli (Tobbiana) 1
Giannini (Bigattiera) 1

 

Commenti disabilitati su La Biga vola in testa: goleada contro la Stazione

Claudio Vannucci pararigori fa volare Tobbiana

Pubblicato il 26 giugno 2013 by Oggi

L’eroe di giornata è il portiere del Tobbiana Claudio Vannucci che ha parato tre rigori su quattro al Dore e consegnato alla sua squadra non solo due punti e il primo posto in classifica ma anche la rottura di un tabù, quello della imbattibilità del Dore. Grazie a questa vittoria, sia pure di misura, il  Tobbiana  pone la sua candidatura alla vittoria finale non solo per il risultato ma anche per il buon gioco espresso. La squadra allenata da Marco Nesi appare maturata rispetto all’anno scorso: sempre proiettata all’attacco ma meno arrembante e garibaldina, più attenta agli equilibri tra i reparti e capace anche di curare la fase difensiva. Ma attenzione al Dore, che malgrado la sconfitta, ha confermato tutta la sua solidità e i suoi tradizionali punti di forza: innanzitutto la buona organizzazione garantita da mister Paesano e poi le individualità capaci di risolvere la partita in ogni momento, primo fra tutti Fabrizio Porcu, che con alcune iniziative personali ha fatto tremare la pur attenta difesa avversaria. Il Dore ha anche iniziato a recuperare con gradualità alcuni uomini importanti come Gentili, che ha giocato dal primo minuto come difensore centrale, e Luzzu e Accardo entrati nel secondo tempo. Il Tobbiana invece non ha effettuato sostituzioni dimostrando di avere già un assetto definito con un 4-3-3 che all’occorrenza sa trasformarsi in un 4-4-2. La squadra bianco-blu ha cercato di più la vittoria ed ha avuto il maggior numero di occasioni, prima fra tutte un palo colpito da Costa su punizione al 13′ del secondo tempo. Su altre due punizioni dello stesso Costa (al 31′ del primo tempo e al 33′ del secondo)  è dovuto intervenire da par suo il portiere del Dore Franchi. L’azione più bella del Tobbiana e di tutto l’incontro al 35′ del primo tempo con un’apertura di Nicolla Vannucci sulla sinistra a Fontanelli che sulla corsa, al volo, ha spedito al centro un traversone teso sul quale Costa è arrivato con una frazione di secondo di ritardo per la deviazione vincente. Il Dore ha condotto una gara di notevole sagacia tattica, riuscendo a limitare le scorribande sulle fasce di Lo Faro e Fontanelli e assicurando un filtro costante a centrocampo con l’onnipresente Giulio Cherubini, un centrocampista non solo di quantità ma anche dotato di notevole senso della posizione. In avanti il Dore si è affidato soprattutto alla intraprendenza di Fabrizio Porcu che sulla fascia destra ha deliziato il pubblico con alcune azioni un po’ alla Robben: dribbligng secco verso il centro e gran tiro. Per due volte Porcu ha sfiorato il gol costringendo il portiere Claudio Vannucci ad alcune parate non agevoli. I tempi regolamentari sono finiti sullo zero a zero, ma l’equilibrio è stato rotto ai calci di rigore dove è salito in cattedra il portiere del Tobbiana. Il primo a tirare dal dischetto è stato Brio che non ha smentito la sua fama insaccando con grande sicurezza, poi Fontanelli del Tobbiana ha fallito il suo turno spedendo sul palo alla sinistra di Franchi per la gioia dei tifosi biancorossi sulle tribune. Sull’1 a 0 per il Dore è iniziato lo show di Claudio Vannucci, che ha prima ha parato, con l’aiuto del palo, il rigore calciato da Porcu, poi, di seguito, quelli calciati da Luzzu e da Cherubini, mentre andavano a segno i suoi compagni Valerio Bucci, Nicola Vannucci e Rossi. Grande festa dei tifosi del Tobbiana presenti come sempre in gran numero sulle tribune. In trionfo il porierone Vannucci, che in una competizione in cui i calci di rigore sono spesso stati determinanti, potrebbe essere una carta vincente.

FORMAZIONI E PAGELLE

TOBBIANA – Vannucci Claudio 8 – Mazzanti 6 – Fontanelli 6,5 – Fedi 6 – Lo Faro Francesco 6 – Vannucci Nicola 6,5 – Lo Faro Jacopo 6 – Bucci Valerio 6 – Bucci Fabio 6,5 – Costa 7 – Rossi 6. In panchina: Vagnozzi, Matera, Mecca, Nesi Federico, Finocchi, Nenciarini. All. Nesi Marco.

DORE – Franchi 6,5 – Cipriani 6 – Cirri 6 – Meoni Andrea 6 – Cherubini Giulio 6,5 – Bettarelli 6 (59′ Accardo s.v.) – Martelli 6 – Porcu 7 – Gentili 6,5 – Brio 6 – Nesi 6 (47′ Luzzu 6) . In panchina: Arrigucci, Baldi, Battistini, Cherubini, Daddario. All. Paesano Sandro.

Arbitro: Della Rocca di Arezzo, assistenti Lomarini e Frisone di Arezzo.

Marcatori ai rigori: Per il Dore Brio, per il Tobbiana Bucci Valerio, Vannucci Nicola e Rossi. Rigore fallito per Porcu, Luzzu e Cherubini Giulio del Dore, Fontanelli del Tobbiana.

 

Commenti disabilitati su Claudio Vannucci pararigori fa volare Tobbiana

Ugna, ecco i 3 punti. Vittoria di misura contro la Smilea

Pubblicato il 25 giugno 2013 by marco

La quarta partita del torneo vede incontrarsi i vice campioni dell’Ugna e la Smilea, all’esordio per i Rioni 2013. I bianco-verdi propongono una formazione con diverse novità, per sopperire alle assenze dello squalificato Nesi Simone e dell’indisponibile Signorini, mentre nei bianco-celesti non ci sono grosse novità a parte il portiere Leporatti e il difensore classe ’93 Borselli. Il match parte subito con ritmi molto alti e le due squadre cercano azioni veloci ed insistite sia centralmente che sulle fasce, ma il terreno non è dei più favorevoli e ben presto la costruzione della manovra viene affidata a lanci in profondità. Le difese, molto alte, costringono gli attaccanti al fuorigioco e per questo il gioco è più volte interrotto. L’Ugna è solida a centrocampo ma la Smilea è aggressiva e nel giro di 10 minuti ha le opportunità per segnare: al 30esimo, su un calcio d’angolo, Bertini è solo ma colpisce male di testa; dopo 3 minuti Cecchi spreca un contropiede tirando da posizione defilata fuori dallo specchio, e lo stesso giocatore al 38esimo va vicinissimo al gol sfiorando il palo dopo aver ricevuto l’assist di Bruni. I ragazzi di mister Torracchi, privi della punta di ruolo, non hanno grossi punti di riferimento davanti e faticano nella fase offensiva. Nella seconda frazione l’Ugna parte con tutt’altro piglio, infatti aumenta la pressione sui portatori di palla, come Bertini, finora attivissimo a centrocampo, portando gli avversari ad errori di costruzione. Al 47esimo arriva il gol del vantaggio ugnotto: una punizione di Pini sorvola l’area di rigore, senza essere intercettata da portiere e difensori, e giungendo sul secondo palo trova il difensore Gori prontissimo ad appoggiare in rete di destro da posizione defilata. E’ una rete di estrema importanza per i bianco-verdi anche per il contraccolpo psicologico inferto alla Smilea, che nel primo tempo aveva fatto la partita. Al 60esimo gli allenatori inseriscono forze fresche in campo: Massagli per l’Ugna e Lunghi per i bianco-celesti. Soprattutto quest’ultima sostituzione si rivela fruttuosa per mister Vannucci, in quanto già dopo poco più di 5 minuti il giocatore subentrato impensierisce la difesa avversaria con percussioni sulla fascia, ma in mezzo all’area i compagni non si fanno trovare pronti. Anche sull’altra fascia Pallara impegna i difensori grazie alla sua velocità, e dal canto suon l’Ugna si copre con esperienza, cercando punizioni a favore e ripartenze. Pur attaccando con grinta, alla Smilea manca l’ultimo passaggio e Boccardi non è mai impegnato se non con tiri di facile portata. Le ultime azioni da gol arrivano da una parte e dall’altra: prima Nesi, sugli sviluppi di una punizione di Leonardo Lunghi, finisce di poco a lato, poi l’omonimo Lorenzo Lunghi con un’insistita azione laterale infila la retroguardia bianco-verde arrivando al cross sui cui sviluppi un caparbio Pallara calcia in porta senza però impensierire troppo l’estremo difensore avversario. Al triplice fischio il risultato è di 1-0 a favore dell’Ugna, che dopo la sconfitta contro il Dore guadagna 3 importanti punti per rilanciarsi. Dall’altra parte una molto positiva Smilea esce dal campo sconfitta pronta a rifarsi col Fognano Giovedì 27.

TABELLINO

UGNA: Boccardi 6, Palmigiano 6.5, Gori 7, Torracchi 6, Pesaresi 6, Pini 6.5(72′ Giorgini sv), Caioni 6, Ciapetti 5.5(78′ Procope sv), Nesi Alessio 5.5, Lunghi 6, Fattori 5.5(57′ Massagli sv). In panchina: Colombo, Margagliotta, Tomassini. All.Torracchi

SMILEA: Leporatti 5, Nesi 6(79′ Meoni sv), Borselli 6.5, Ciappei 6(79′ Bernardini sv), Bertini 6.5, Venturi 5.5, Risaliti Daniele 5.5(60′ Lunghi 6.5), Nincheri 6, Pallara 6.5, Cecchi 5.5, Bruni 6.5. In panchina: Biagianti, Risaliti Alberto, Bessi, Marconi, Talini, Annicchiarico. All.Vannucci

MARCATORI: Gori(47′)(Ugna)

Commenti disabilitati su Ugna, ecco i 3 punti. Vittoria di misura contro la Smilea

Grinta e cinismo premiano la Bigattiera: 1-0 contro il Fognano

Pubblicato il 21 giugno 2013 by marco

Al termine di una partita molto fisica e combattuta, a spuntarla è la Bigattiera a discapito del Fognano con una rete di Giannini nella seconda frazione. Il match parte con ritmi molto alti, in quanto entrambe le formazioni cercano di impensierire le difese avversarie agendo sulle fasce con lanci in profondità. La prima vera occasione capita al Fognano al 20esimo minuto, quando il centravanti Gianluca Milazzo impegna il portiere con una botta abbastanza angolata, ma Giomi è attento e respinge. I giallo-neri colpiscono con le ripartenze, ed a più riprese sfruttano gli spazi lasciati dalla difesa avversaria al limite dell’area: è da una di queste occasioni che Silvestri, alla mezzora, vincendo un rimpallo 1 contro 1 col difensore calcia verso la porta costringendo l’estremo difensore al calcio d’angolo. Sugli sviluppi dello stesso corner Giannini tutto solo mette a lato di testa. Negli ultimi 15 minuti non si hanno azioni rilevanti e le squadre vanno negli spogliatoi sullo 0-0. Il secondo tempo segue la falsa riga del primo già dai primi minuti e al 47esimo Ciofi in profondità trova ancora una volta attento Giomi con un tiro a incrociare. Il match è molto fisico e più volte il gioco è interrotto dal direttore di gara, ma al 55esimo minuto arriva il gol che decide la partita. In seguito ad un rimpallo nei pressi dell’area di rigore, Giannini si porta la palla sul sinistro e vedendo Ferrati colpevolmente mal posizionato insacca in rete l’1-0 con un pallonetto. Dopo la rete entrambi gli allenatori inseriscono forze fresche in campo. Al 60esimo il Fognano ha un’occasionissima per il pareggio: dopo un’azione insistita in area, Milazzo tira in porta colpendo il palo a portiere battuto. I giallo-blu prendono coraggio ma i loro tentativi si limitano a tiri dalla distanza che non impensieriscono troppo la difesa avversaria. Dall’altra parte la Bigattiera cerca di gestire il vantaggio cercando punizioni e tentando di colpire in contropiede. Al fischio dell’arbitro il punteggio è rimasto invariato, e così la Bigattiera con una prova di sostanza contro un altrettanto organizzato e volitivo Fognano porta a casa 3 punti che la proiettano temporaneamente in testa alla classifica insieme a Dore e Tobbiana.

 

 

TABELLINO

FOGNANO: Ferrati 5, Ferrari 6.5, Brunetti 5.5, Lombardi 5.5, Nanni Andrea 6, Ciofi Francesco 5.5, Nanni Mirco 6(78′ De Leonardo sv), Ferri Marco 6, Ciofi Filippo 6.5, Milazzo Gianluca 6(55′  Carlesi 6), Milazzo Luigi 6.5(60′ Morra 5.5). In panchina: Pagliai, Torracchi, Tucci, Ferretti, Latronico. All.Franchi

BIGATTIERA: Giomi 6.5, Giannini 6, Pettazzoni 6, Lami 6, Lucchesi 6, Rossi 6.5, Innocenti 5.5(74′ Salis sv), Ferri Lorenzo 5.5, Grassini 7, Riccio 5.5(40′ Giovannini 6), Silvestri 6(55′ Nencini 6). In panchina: Cipriani.

NOTE: Arbitro Bonvissuto

MARCATORI: Giannini(54′)(Bigattiera)

Commenti disabilitati su Grinta e cinismo premiano la Bigattiera: 1-0 contro il Fognano

Costa fa decollare il Tobbiana: 3 a 0 sulla Stazione

Pubblicato il 18 giugno 2013 by Oggi

Il bomber del Tobbiana Daniele Costa mette la firma con una doppietta su una gara dominata dalla squadra di Marco Nesi. La partita era già virtualmente chiusa dopo mezz’ora quando sull’1 a 0 per il Tobbiana veniva espulso il difensore della Stazione Carlesi per un fallo da ultimo uomo su costa lanciato a rete al limite dell’area. La Stazione, sebbene in inferiorità numerica, ha lottato fino all’ultimo  minuto mettendo in evidenza un ottimo Polvani in difesa e il vivacissimo Rosso in avanti. La superiorità del Tobbiana tuttavia non è mai stata in discussione fin dai primi minuti. Già al 19′ Bucci falliva un’occasione d’oro deviando a lato a due passi dalla porta vuota un cross radente di Lo Faro. Un minuto dopo Vannucci colpiva la traversa con un tiro da lontano. Il vantaggio arrivava al 25′, paradossalmente, in contropiede, quando la Stazione era proiettata in avanti in occasione di un calcio di punizione dal limite. Un lancio lungo della difesa del Tobbiana trovava pronto allo scatto Costa che si presentava da solo in area infilando in diagonale il portiere. Il raddoppio era opera di Fontanelli, autore di una bella discesa sulla sinistra conclusa con un tiro imparabile. Al riposo sul 2 a 0 per il Tobbiana la gara non aveva più nulla da dire. Il secondo tempo vededva altre occasioni per il Tobbiana che riusciva a segnare il terzo gol in modo piuttosto rocambolesco con Costa che veniva colpito al volto da un rinvio del portiere Ganugi e vedeva il pallone rotolare in rete. Il portiere della Stazione era poi artefice di una serie di interventi quasi miracolosi su Lo Faro e su Vannucci. Ma la Stazione non si è mai data per vinta ed ha avuto una grossa occasione con Polvani, che sparava di poco a lato in una delle sue frequenti incurisioni in avanti. Prossima gara giovedì tra Fognano e Bigattiera.

FORMAZIONI E PAGELLE

TOBBIANA: Vannucci Claudio 6 – Bucci Valerio 6 –  Cusumano Saha 5,5 (15′ Lo Faro Jacopo 6) –  Fedi 6 –  Fontanelli 7 (57′ Matera 6) – Lo Faro Francesco 6,5 –  Rossi 6 (57′ Dabizzi 6) – Vannucci Nicola 6,5 –  Costa 7,5 (29′ Fedi Federico 6) –  Bucci Fabio 6 –  Mazzanti 6. In panchina: Cusumano Alessio, Vagnozzi, Federico Nesi, Mecca, Loriga. All. Marco Nesi.

STAZIONE: Ganugi 6 – Canelli 5,5  (44′ Baldi 6), Di Girolamo 5,5, Polvani 6,5 , Proto 5,5 (72′ Novelli s.v.), Carlesi 6, Rosso 6,5 , Flussi 5,5 (53′ Mihalcut Andrei 6), Melis 6 (41′ Fregi 6), Rinaldini 6 (68′ Paolantonio s.v.), Mihalcut Valentin 6. All. Allori Riccardo.

Arbitro: Cei Tommaso di Empoli.

Marcatori: Costa 25′ e 50′, Fontanelli 33′

Commenti disabilitati su Costa fa decollare il Tobbiana: 3 a 0 sulla Stazione

La rete di Brio inaugura il Torneo dei Rioni 2013

Pubblicato il 18 giugno 2013 by marco

Il Torneo dei Rioni 2013 comincia come era finito quello dello scorso anno, ovvero con l’eterna sfida tra Dore e Ugna. Ed ancora una volta ad acciuffare la vittoria sono i ragazzi di mister Paesano, al termine di una partita combattuta ed equilibrata fino agli ultimi minuti di gioco. Il match comincia subito forte: prima è il Dore a farsi pericoloso con un insidiosa punizione di Brio, poi dopo 5 minuti Signorini in contropiede non riesce a battere Franchi, che reattivo mette in calcio d’angolo sulla botta dell’attaccante. Entrambe le squadre cercano di infilare gli avversari in contropiede e con passaggi filtranti, ma mancano freddezza e precisione sottoporta. Dopo una ventina di minuti di stallo, durante i quali non si registra nessun tiro, l’Ugna si rende pericolosa per due volte. Al 30esimo un lancio in profondità trova smarcato Simone Nesi che di prima, con un gran colpo d’esterno, costringe l’estremo difensore bianco-rosso al miracolo. Subito dopo, sugli sviluppi del calcio d’angolo, Torracchi non riesce ad approfittare di una disattenzione difensiva e da una buona posizione, seppur defilata, tira a lato. Il Dore cerca di reagire sfruttando la velocità dei propri giocatori, ma mantiene un atteggiamento troppo passivo ed ancora rischia di subire gol appena prima della fine del primo tempo, quando dopo una punizione di Lunghi la palla entra in rete ma a gioco fermo. Termina quindi sul risultato di 0-0 una prima frazione a fasi alterne. Il secondo tempo così come il primo inizia con ritmi molto alti ed anche gli animi si riscaldano: al 44′ (si ricorda che i tempi regolamentari durano 40 minuti ciascuno) il bianco-rosso Alessio Nesi chiede il rigore dopo esser caduto a terra nel tentativo di superare la difesa e l’arbitro lascia correre, mentre dopo dieci minuti una ghiottissima occasione per i bianco-verdi di andare in vantaggio si trasforma nell’episodio che li condizionerà per il resto del match. Un errore difensivo di Cirri spiana la strada a Nesi che di testa impegna Franchi, sulla ribattuta arriva Pini ma il suo tiro colpisce centralmente lo stesso portiere che così nega la gioia del gol agli avversari. Dopo pochi secondi l’arbitro ferma il gioco e in circostanze confuse espelle Simone Nesi per proteste, in quanto il giocatore chiedeva un calcio di rigore per una spinta subita in area. Il gioco rimane fermo per qualche minuto, capitan Torracchi chiede spiegazioni all’arbitro ed anche sulla tribuna la circostanza genera sorpresa. L’Ugna, ora in 10 uomini, toglie la punta Signorini inserendo il centrocampista Caioni, mentre il Dore sostituisce Arrigucci con Cipriani. La partita si innervosisce e il gioco diventa spezzettato per i falli a centrocampo: i ragazzi di mister Torracchi tengono bene il campo nonostante l’inferiorità numerica, ma i bianco-rossi hanno più fiato e creano più opportunità. Alla mezzora il Dore spreca una buonissima occasione: Brio, girando in area un bel passaggio di Bettarelli, trova il subentrato Accardo smarcato davanti al portiere, però sottoporta l’attaccante non trova lo specchio sparando alto. Al 75esimo torna a farsi pericolosa l’Ugna con una punizione insidiosa di Lunghi, ma dopo due minuti il Dore trova il vantaggio. Su assist di Bettarelli, Brio protegge palla di fisico spalle alla porta, si gira e con una conclusione di precisione chirurgica insacca il pallone a fil di palo battendo un quasi immobile Colombo. L’1-0 porta l’Ugna a scoprirsi alla ricerca del pareggio con i pochissimi minuti rimasti e così il Dore in contropiede crea un’occasione per il raddoppio. Al triplice fischio finale il risultato è quindi di 1-0 a favore dei bianco-rossi, che rinviano ancora una volta la “vendetta” dei bianco-verdi dopo le due finali perse consecutivamente.

Dopo la partita di inaugurazione, martedì 18 Giugno si sfideranno Stazione e Tobbiana.

 

 

TABELLINO

DORE: Franchi 6.5, Meoni Lorenzo 6, Cirri 6, Meoni Andrea 6, Cherubini 6.5, Bettarelli 6.5, Martelli 6, Porcu 6, Arrigucci 5.5(53′ Cipriani 5.5), Brio 7, Nesi Alessio 5.5(66′ Accardo 6). In panchina: Battistini, Bruni, Gentili, Ferri, Daddario, Cherubini Lorenzo, Baldi. All. Paesano

UGNA: Colombo 6, Palmigiano 6(78′ Tomassini sv), Pesaresi 6, Torracchi 6, Nesi Alessio 6, Nesi Simone 6, Fattori 5.5(67′ Gori 6), Pini 6.5, Lunghi 6.5, Signorini 6(55′ Caioni 6), Massagli 5.5(62′ Naselli sv). In panchina: Boccardi, Margagliotta, Giorgini, Ciapetti, Procope, Radoja. All.Torracchi

NOTE: espulso Nesi Simone al 50esimo minuto

RETI: Brio(77′)(Dore)

Commenti disabilitati su La rete di Brio inaugura il Torneo dei Rioni 2013

Tags:

Torneo dei rioni al via

Pubblicato il 16 giugno 2013 by Oggi

Parte la 28esima edizione del torneo dei rioni di Montale. Prima partita Dore-Ugna, lunedì 17 alle ore 21,50, ennesimo scontro tra le due finaliste dello scorso anno che rinnovano la loro eterna contesa. L’anno scorso e anche l’anno precedente ha vinto il Dore ai rigori raggiungendo le quattro vittorie consecutive e le nove totali nella storia del torneo. E’ quindi di nuovo il Dore la squadra da battere e sono pronte a lanciare a le altre sei protagoniste a partire da Ugna, Tobbiana e Fognano le semifinaliste della scorsa edizione. Ma attenzione alla voglia di riscatto di Bigattiera e Stazione, desiderose di tornare almeno tra le final four e alla grande fame della Smilea, reduce da un torneo fallimentare e animata da un gran desiderio di tornare protagonista

Calendario Risultati

Commenti disabilitati su Torneo dei rioni al via

Tags:

Dimissioni del segretario comunale del Pd Ferdinando Betti

Pubblicato il 15 giugno 2013 by Oggi

Il segretario comunale del Pd di Montale Ferdinando Betti si è dimesso e nello stesso tempo si è candidato alle primarie per la scelta del candidato a sindaco. La decisione delle dimissioni è stata annunciata in una assemblea della direzione comunale del Pd. In una successiva assemblea comunale, alla presenza del segretario provinciale del Pd Marco Niccolai, la direzione ha preso atto delle dimissioni di Betti ma ha fatto presente che non è ancora tempo di avanzare candidature per le comunali perchè prima bisogna redigere i programmi. Riportiamo di seguito la lettera di dimissioni del segretario e il comunicato dell’assemblea comunale del Pd di Montale.

LA LETTERA DI DIMISSIONI DEL SEGRETARIO

Alla Segretaria di Circolo di Montale – Stazione
Alla Segretaria di Circolo di Tobbiana – Fognano
A tutti i componenti della Direzione
p.c. al Segretario Provinciale
Montale, 11 Giugno 2013
Carissimi,
in questo ultimo periodo diversi iscritti ed elettori del nostro Partito mi hanno chiesto di valutare una mia possibile candidatura alle Elezioni Amministrative del prossimo anno.
Dopo un’attenta riflessione ho maturato l’idea, condivisa con altri, di accettare l’invito alla disponibilità a candidarmi. Sarò dunque disponibile ad una candidatura alle primarie per la scelta del candidato a Sindaco di Montale.
Primarie del Partito Democratico o, come mi auguro, di una coesa ed omogenea coalizione di Centrosinistra. Primarie che siano davvero occasione di confronto e che abbiano al centro della discussione idee e programmi, con l’obbiettivo di affrontare concretamente i problemi del nostro territorio e dei nostri concittadini.
Sono fermamente convinto che il ruolo di Segretario dell’Unione Comunale non sia più conciliabile con la mia disponibilità alla candidatura, poiché ritengo che il percorso intrapreso debba essere libero da possibili strumentalizzazioni che nuocerebbero indubbiamente a tutto il Partito.
Per questo, coerente con lo spirito di chiarezza e trasparenza, nel rispetto doveroso dei ruoli e delle funzioni, ritengo doveroso comunicare la mia decisione di rimettere il mandato, annunciando con la presente le mie immediate dimissioni da Segretario dell’Unione Comunale di Montale.
Rivolgo a tutti voi un grazie per la collaborazione ed in modo particolare a quanti hanno condiviso con me, in questi due anni e mezzo di impegnativo lavoro, fatiche, gioie e speranze.
Buon lavoro a tutti.
Ferdinando Betti

IL COMUNICATO DELL’ASSEMBLEA COMUNALE DEL PARTITO

L’assemblea comunale del Pd di Montale prende atto delle dimissioni del segretario comunale Ferdinando Betti e giá nella prossima settimana provvederà a dare una nuova guida all’Unione Comunale.
Parallelamente a questo il partito di Montale continuerà e concluderà il percorso di individuazione delle proprie priorità programmatiche per il futuro della nostra comunità in vista dell’importante appuntamento delle elezioni amministrative del 2014; sulla base di queste priorità programmatiche il Pd aprirà poi un percorso di confronto, a partire dalle forze del centrosinistra alternative all’attuale Amministrazione Comunale, al fine di verificare le possibilità di una forte e chiara convergenza su un progetto amministrativo, così da mettere in campo una proposta programmatica forte e credibile, in grado di vincere e governare. Solo al termine di questo articolato ma imprescindibile percorso si dovrà discutere dell’individuazione delle persone che dovranno rappresentare questa proposta programmatica, in modo aperto e con il protagonismo delle forze politiche e dei cittadini.

 

Commenti disabilitati su Dimissioni del segretario comunale del Pd Ferdinando Betti

Advertise Here
Advertise Here

ADS