Per categoria | Primo Piano, Rioni 2013, Sport

Ai supplementari la spunta il Dore: è semifinale! Esce tra gli applausi la Smilea

Pubblicato il 18 luglio 2013 by marco

Il primo play-off in programma del Torneo sentenzia a favore del Dore, che così guadagna l’ennesima semifinale consecutiva degli ultimi anni: adesso se la dovrà vedere con la Bigattiera, già qualificata grazie al primo posto in classifica. Ad uscire sconfitta è la Smilea, ma sicuramente solo per il risultato, infatti non demeritando si è battuta alla pari coi bianco-rossi per una semifinale sfuggita solo ai supplementari. Gli allenatori confermano le formazioni viste finora, con l’eccezione dell’assenza di Brio, squalificato fino alla fine del Torneo per l’espulsione ricevuta dopo il match proprio contro la Smilea nella prima fase della manifestazione. L’incontro parte subito a favore dei bianco-celesti, che paiono più in palla e reattivi: al quinto minuto arriva il gol del vantaggio, con un bellissimo triangolo nell’area piccola che manda Pallara davanti al portiere. Il giovanissimo è freddo e a tu per tu con Franchi gonfia la rete. Avanti di un gol, la Smilea non smette di pressare, anzi, sfruttando le difficoltà difensive avversarie, attacca facendosi pericolosa. Per i primi venti minuti il Dore tira in porta solo una volta, su punizione, ma quando meno te lo aspetti il cinismo dei ragazzi di mister Paesano viene fuori: al 30esimo è infatti Porcu a riportare il risultato in parità, quando su un calcio d’angolo si inserisce bene nell’area di rigore trafiggendo, libero di colpire di testa, il portiere Leporatti. Gli ultimi 15 minuti non sono interessati da azioni degne di nota e in un sostanziale equilibrio l’arbitro fischia la fine del primo tempo sul risultato di 1-1. La seconda frazione inizia come la prima, la Smilea è molto volitiva e già al 50esimo crea pericoli in area di rigore con un calcio piazzato insidioso messo fuori dalla difesa. Sul calcio d’angolo conseguente, Bruni di testa impegna Franchi, che reattivo respinge. Pochi minuti dopo, Pallara ha un’occasione in contropiede, ma il suo tiro è debole e viene bloccato dall’estremo difensore. Il Dore dal canto suo cerca di colpire con le ripartenze sfruttando la velocità dei propri attaccanti, ma la difesa bianco-celeste è attenta e sventa i tentativi avversari. Nei successivi 10 minuti Cecchi ha due nitide opportunità per segnare il 2-1:  al 54esimo dalla fascia calcia fuori di poco, mentre al 58esimo ricevendo un cross di Lunghi sul secondo palo non centra lo specchio della porta tirando ancora una volta a lato. I bianco-rossi pur rischiando dietro sfruttano la stanchezza dei ragazzi di mister Vannucci, vicini al raddoppio più volte. Visto il miglior posizionamento in classifica, alla Smilea va bene anche il pareggio, in tempi regolamentari e supplementari (i rigori non sono previsti), perciò negli ultimi venti minuti di gioco è il Dore, che deve vincere, a gettarsi in avanti con più grinta. Al 74esimo Gentili di testa manda di pochissimo a lato, e cinque minuti dopo Martelli su un cross, tutto solo, non sfrutta una buona opportunità. La pressione sulla difesa bianco-celeste aumenta esponenzialmente: intorno all’80esimo minuto Martelli, con un tiro a giro, costringe Leporatti al miracolo, per un gol che sarebbe valso la qualificazione. Sbilanciandosi in avanti, i bianco-rossi  rischiano poco prima della fine della partita: Lunghi, da posizione defilata, calcia in porta. Franchi non trattiene il tiro, e in due tempi riesce ad evitare che la palla finisca in rete. Il triplice fischio del direttore di gara sancisce la fine della partita e l’inizio dei supplementari. Mister Vannucci inserisce forze fresche in campo, mentre Paesano aumenta il peso offensivo con l’ingresso di Bettarelli. E’ l’ottavo minuto del primo tempo supplementare quando si decide il match: Cirri dalla propria metà campo lancia in profondità, Luzzu con un bello scatto sulla fascia arpiona il pallone e dalla sinistra dell’area di rigore lascia partire un tiro impeccabile e potente che batte un incolpevole Leporatti. L’attaccante bianco-rosso, finora quasi nullo, si conferma capocannoniere: da vero e proprio bomber, quando tocca il pallone, è gol. La Smilea, inevitabilmente, subisce il contraccolpo psicologico, infatti pur avendo avuto per ampi tratti la partita in mano, ora si vede in svantaggio con solo 10 minuti a disposizione per il pareggio. I bianco-celesti si buttano tutti in attacco, ma per la stanchezza manca la lucidità nell’ultimo passsaggio, così il Dore nel finale sfiora il 3-1: Bettarelli riceve un lancio in area di rigore, stoppa il pallone, elude l’intervento di Bessi ma davanti al portiere angola troppo il tiro. Nonostante questo, gli ultimi istanti non sono troppo preoccupanti per il popolo doriano: l’arbitro fischia la fine, tra l’esultanza bianco-rossa e il dispiacere degli smileotti. Al Dore vanno i complimenti per la semifinale conquistata e per aver confermato ancora una volta il proprio spirito di gruppo nelle partite che contano. Alla Smilea però non vanno minori applausi: nonostante un inizio non troppo convincente, ha saputo reagire dimostrando di poter dire la sua in questo Torneo, classificandosi quarta in classifica e regalando prestazioni di cuore e sostanza. Per completare il quadro delle semifinali quindi manca solo Tobbiana-Ugna: chi vince incontrerà il Fognano.

 

TABELLINO

SMILEA: Leporatti 6, Bessi 5.5, Cecchi 5.5 (75′ Marconi sv), Borselli 6.5, Nesi Michael 6.5 (18 ts Annicchiarico), Venturi 6, Nincheri 6 (11 ts Bernardini sv), Lunghi 6.5 (4 ts Talini sv), Pallara 6.5, Risaliti 5.5 (1 ts Alberto Bruni sv), Bruni Federico 6.5. All.Sauro Vannucci. In panchina: Biagianti, Marco Ciappei, Alessio Meoni, Alberto Risaliti

DORE: Franchi 6, Meoni Lorenzo 6.5, Cirri 5.5, Meoni Andrea 6 (1 ts Bettarelli 6), Gentili 6, Cherubini Giulio 6.5, Martelli 6.5, Porcu 6.5, Cherubini Lorenzo 5.5 (52′ Cipriani 5.5), Luzzu 7, Accardo 5.5 (10 ts Bruni sv). All.Sandro Paesano. In panchina: Arrigucci, Fiasci, Giaconi, Grazzini, Nesi

MARCATORI: Pallara (5′) (Smilea); Porcu (29′), Luzzu (8′ tempo supplementare) (Dore)

Arbitro Moretti Giorgio di Arezzo

Comments are closed.

Advertise Here
Advertise Here

ADS