Archivio Tag | "inceneritore"

Tags:

“Fermate l’inceneritore”. Le opposizioni in pressing sul sindaco

Pubblicato il 15 novembre 2015 by Oggi

Dopo la relazione dell’ASL che rileva una serie di violazioni dell’Aia (Autorizzazione Ambientale), di omissioni e ritardi da parte del gestore dell’impianto, la ditta Ladurner, i gruppi di opposizione, Centrodestra e Sinistra Unita, chiamano in causa il ruolo del sindaco di responsabile della salute pubblica e gli chiedono di valutare la possibilità di fermare l’ inceneritore in via precauzionale.

 

Interpellanza del Centrodestra

Mozione di Sinistra Unita

Relazione dell’ASL 3 (pdf)

Relazione dell’ASL 3 (zip)

Commenti disabilitati su “Fermate l’inceneritore”. Le opposizioni in pressing sul sindaco

Tags: ,

Montale fuori dal consiglio dell’Ato: scontro sindaco-Pd

Pubblicato il 28 luglio 2012 by Oggi

Il comune di Montale è stato escluso dal consiglio direttivo dell’Ato. Il sindaco David Scatragli protesta accusando «la cordata del Pd» di voler far fuori un comune di centrodestra come Montale critico verso il nuovo piano dei rifiuti. Il Pd di Montale risponde per le rime dicendo che il sindaco ha «rimediato una brutta figura» e non è riuscito a rappresentare il suo territorio. Interviente anche Sandro Nincheri di Progetto Comune: «non entro nelle ragioni politiche – dice – ma Montale aveva ragione di stare dentro il consiglio direttivo perchè è sede dell’inceneritore». L’Ato Toscana Centro è l’organo che ha il compito di coordinare e controllare la gestione dei rifiuti in un’area comprendente 73 comuni. Il consiglio direttivo dell’Ato è composto dai rappresentanti di sette comuni ed è eletto dall’assemblea dell’Ato che comprende i rappresentanti di tutti e 73 i comuni membri. Nel precedente consiglio dell’Ato era presente il sindaco del comune di Montale: prima c’era stato Piero Razzoli, sindaco di centrosinistra, poi, dopo la vittoria elettorale del centrodestra nel 2009 c’era stata una lenta transizione con la permanenza per diversi mesi di Razzoli e poi con la sua sostituzione con il nuovo sindaco David Scatragli nel 2011. Ora è stato eletto il nuovo consiglio e Montale è stato escluso. Per la prinvincia di Pistoia sono stati eletti i rappresentanti dei comuni di Pistoia e di Monsummano. Il sindaco di Montale ha votato contro ed ha proposto di inserire Montale al posto di Monsummano perchè a Montale c’è l’inceneritore da trent’anni, perchè è un comune che può rappresentare la comunità montana e la piana pistoiese. Ma la proposta di Scatragli è stata bocciata dall’assemblea dell’Ato. «E’ una decisione politica – dice il primo cittadino di Montale – ci vogliono tenere fuori perchè siamo scomodi politicamente e perchè abbiamo fatto osservazioni critiche al piano interprovinciale dei rifiuti dove è stato eliminato il centro di riciclo da noi proposto e dove si prevede l’ampliamento dell’inceneritore di Montale che noi non vogliamo assolutamente».

Commenti disabilitati su Montale fuori dal consiglio dell’Ato: scontro sindaco-Pd

Tags:

Comitato Contro l’Inceneritore: contiuare l’indagine sulle malattie

Pubblicato il 27 aprile 2012 by Oggi

Il Comitato Contro l’Inceneritore ha inviato una lettera ai sindaci di   Agliana, Montale, Quarrata, Montemurlo, Pistoia chiedendo che si diano da fare per far proseguire le indagini epidemiologiche nella zona intorno all’inceneritore.

Ecco la lettera:

“Noi  del Comitato e cittadini, siamo molto preoccupati per la reale situazione ambientale del nostro territorio,  per i continui sforamenti della centralina di Stazione, risultata la peggiore   della Toscana nel 2011,  per la recente moratoria dell’ordine dei Medici contro l’ulteriore ampliamento dell’inceneritore di Montale e dopo i risultati delle nostre analisi del latte materno autofinanziate dal comitato e dai cittadini 3 anni fa’ e dalle quali risultarono alte percentuali di diossina e Pcb.

Al Convegno nazionale sugli aspetti sanitari relativi agli impianti di incenerimento, svoltosi a Pistoia nei giorni 2-3 dicembre  2011,  dall’intervento di  Roberto Biagini del Dipartimento Prevenzione ASL 3 di Pistoia, è emerso che limitare l’ espo degli abitanti alle diossine, PCB e alle sostanze simili ad esse, è un obbligo sempre più pressante nell’opera di lotta contro tumori e  altre patologie.

Lo stesso Biagini  ha reso noti i primi risultati dell’esame epidemiologico sulla mortalità per Tumori nei comuni di Agliana Montale e Montemurlo.

I dati preoccupanti sono il rapporto tra le morti dovute  a tumori e il totale delle morti che è superiore a quello registrato mediamente in Toscana e nei due distretti Asl pratese e pistoiese, altro elemento negativo è il tasso di mortalità per neoplasie nei tre comuni, che per i maschi è superiore a quello della Toscana ed è particolarmente elevato nel periodo 1987-2008.

I tassi di mortalità per neoplasie sono particolarmente elevati tra i maschi del Comune di Agliana.

Da approfondire è anche lo studio che  deriva dai dati sulla salute dei neonati.

La ricerca fa notare che «l’evento sentinella del nato morto a Montale e del nato morto a Montemurlo, insieme ai valori riscontrati ad Agliana, relativamente a malformazioni e a difetti di accrescimento fetale, pur inseriti in un contesto di altri indicatori in linea con la media regionale e degli altri distretti, appaiono meritevoli di particolare attenzione e suggeriscono la necessità di proseguire il monitoraggio».

Per proseguire questo studio epidemiologico e poterlo pubblicare è necessaria l’autorizzazione della Privacy non ancora concessa!

Quindi il Comitato contro l’ inceneritore chiede ai Sindaci dei suddetti Comuni, in quanto responsabili della salute pubblica  nel territorio di competenza, di farsi portavoce con urgenza presso il Garante della Privacy perché dia la sua autorizzazione affinché  tale indagine possa essere completata e resa pubblica!

Chiediamo agli stessi Sindaci, che  facciano richiesta presso le autorità preposte perché si proceda ad un esame epidemiologico sui  malati, come viene solitamente fatto per valutare possibili effetti sanitari in relazione all’inquinamento e prendendo in esame i  residenti nella zona da almeno 10 anni.

Comitato Contro l’Inceneritore di Montale

Commenti disabilitati su Comitato Contro l’Inceneritore: contiuare l’indagine sulle malattie

Advertise Here
Advertise Here

ADS