Archivio Tag | "montale economia lavoro"

Tags:

Prato Tnt: si aspetta il commissario

Pubblicato il 11 aprile 2012 by Oggi

Tutti col fiato sospeso alla Prato Tnt, titolari e operai, in attesa della nomina del commissario ad acta da parte del Tribunale. Più tempo passa e più c’è il pericolo di perdere ordini e clienti. E’ questo il punto principale discusso nella unità di crisi riunita in provincia sulla situazione dell’azienda montalese. Dal commissario dipende la ripresa dell’attività da parte di una «new co» con la riuassunzione di 22 dei 44 dipendenti della ditta così come previsto dall’accordo firmato dai sindacati. Un’altra condizione è il reperimento di finanziamenti da parte delle banche, per il quale c’è stato l’impegno anche del sindaco David Scatragli e dell’assessore provinciale Paolo Magnanensi che hanno promosso un incontro tra i titolari della Prato Tnt e Fiditoscana. Intanto nell’azienda di via Garibaldi è in corso una minima attività produttiva per evadere un vecchio ordine che ha avuto l’autorizzazione del Tribunale.

 

Commenti disabilitati su Prato Tnt: si aspetta il commissario

Tags:

Operai della Tnt da ottobre senza stipendio

Pubblicato il 31 marzo 2012 by Oggi

«Vogliamo i nostri soldi e vogliamo chiarezza sulla situazione dell’azienda». Gli operai della Tnt sono intervenuti all’incontro pubblico con la giunta provinciale alla Smilea. Il rappresentante delle Rsu Marco Meoni ha letto un comunicato in cui esprime la rabbia degli operai per la mancanza di notizie sul concordato preventivo chiesto dalla ditta, sui soldi della cassa integrazione spettanti da ottobre a gennaio e ancora non riscossi, sul futturo dell’azienda che, secondo un sofferto accordo firmato un mese fa, dovrebbe riprendere l’attività con circa la metà dei suoi dipendenti. Gli operai chiedono la riunione dell’unità di crisi della provincia per avere chiarezza. Ha suscitato perplessità tra i dipendenti mandati a casa la notizia che la ditta montalese avrebbe continuato l’attività anche dopo il concordato oltretutto nel settore ferrroviario cioè quello che secondo i titolari aveva segnato la cessazione degli ordini e provocato la crisi aziendale. Chiarimenti sono chiesti dagli operai anche sui fidi chiesti dalla ditta alle banche e sulle garanzie ricevute da Fidi Toscana in seguito ad un incontro tra i dirigenti aziendali, il sindaco di Montale David Scatragli e gli amministratori provinciali. L’assessore Paolo Magannensi, presente all’incontro con la giunta, ha convenuto che è giunto il momento di convocare un’altra unità di crisi e ha informato che Fidi Toscana sta studiando la proposta dell’azienda e quindi non ha ancora detto di sì. «L’assenso delle banche – ha detto Magnanensi – lo darei al 60% di possibilità».

Commenti disabilitati su Operai della Tnt da ottobre senza stipendio

Advertise Here
Advertise Here

ADS