Archivio Tag | "Ugna"

Tags: , , , ,

SMILEA-UGNA 1-1 (3-4 dcr)

Pubblicato il 02 luglio 2018 by marco

Rione Smilea: Hollmann, Meoni, Borselli T., Votino, Bruni A. (23′ st Nincheri E.), Borselli G., Talini (18’st Bernardini) , Nincheri R.(33’st Giaconi) , Pallara, Fuschetto, Bruni F(33’st Ceka) .

All. Nencini Alessandro

Rione Ugna: Boccardi, Nastri, Lunghi L., Caioni, Nesi J. (38′ st Massagli) , Nesi A., Colzi, Risaliti (26′ st Mor) , Lunghi L., Nesi S., Santi (18’st Sina) .

All. Torracchi Valerio

Primo Tempo:

8′ partita tattica che stenta a decollare, sino ad ora nessuna azione degna di nota.

17′ GOL UGNA! Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, dopo un batti e ribatti, Nesi Simone calcia a rete il pallone vagante.

32′ Ugna più pericolosa soprattutto sulla fascia destra, La Smilea non riesce a rendersi pericolosa.

38′ GOL SMILEA! Ancora una volta il gol viene da un calcio d’angolo battuto corto da Votino che serve Pallara e liberandosi del difensore calcia nell’angolo opposto.

Fine primo tempo

Secondo tempo

11′ bella azione di Federico Bruni che dopo aver saltato Caioni, serve Pallara in mezzo all’area che calcia alto.

18′ partita più vivace con entrambe le squadre che cercano il gol.

23′ straordinaria punizione di Lunghi Leonardo che però si infrange sulla traversa. Ugna ad un passo dal raddoppio.

38′ si combatte molto a metà campo senza creare vere occasioni da gol.

Rigori

Votino no-gol

Caioni no-gol

Pallara no-gol

Nesi Simone no-gol

Borselli gol

Sina gol

Giaconi no-gol

Colzi gol

Fuschetto gol

Lunghi Leonardo no-gol

Meoni Alessio no-gol

Massagli gol

Commenti (1)

Tags: ,

Dore – Ugna 6 – 3 (dopo i rigori – 2 a 2 al termine dei regolamentari)

Pubblicato il 27 giugno 2018 by Oggi

Dore: Franchi, Magni, Meoni Lorenzo, Venturi, Pugliese, Fioriello Stefano, Battistini, Fioriello Niccolò , Porcu, Martelli, Nardi. All. Brio

Ugna: Boccardi, Nastri, Lunghi Lorenzo, Caioni (18′ st Torracchi Davide), Mesi Alessio, Lunghi Leonardo, Colzi, Signorini (1′ st. Risaliti), Santi (18′ st Sina), Nesi Simone, Nesi Jacopo. All. Torracchi

5′ Gol Ugna. Nesi Simone raccoglie a centro area un traversone da sinistra di Nesi Alessio, controlla, si gira rapidamente e insacca di sinistro nell’angolo alto a sinistra del portiere

16′ Gol del Dore che pareggia con un rigore trasformato da Battistini. Penalty concesso per atterramento di Porcu in area.

34′ Gol Dore. Nardi porta in vantaggio il Dore su assist di Martelli che entra in area di prepotenza e passa al centro dove Nardi controlla e conclude senza dare scampo al portiere.

Fine primo tempo

Inizio secondo tempo

10′ gran parata del portiere del Dore Franchi su tiro di Nesi Alessio.

25′ Gol annullato all’Ugna tra le proteste dei biancoverdi

27′ Gol Ugna che pareggia con Gol di Colzi bravo a tirare in diagonale defilato a sinistra

2 a 2 dopo i tempi regolamentari

Ai rigori parte subito bene il Dore con la trasformazione di Nardi, risponde l’Ugna andando a segno con Sina, passa in vantaggio il Dore con Porcu mentre per l’Ugna sbaglia Colzi. Ancora in gol il Dore con Cherubini mentre il tiro dal dischetto di Nesi Jacopo dell’Ugna è parato dal portiere Franchi del Dore. Accardo insacca e chiude la gara a favore del rione biancorosso.

 

INTERVISTA A GIANMARCO NARDI

Commenti (1)

Tags: , ,

Il Dore è campione per la nona volta!! Rigori maledetti per l’Ugna che si arrende dopo una serie infinita

Pubblicato il 01 agosto 2012 by marco

Per due anni consecutivi il copione della fase conclusiva del Torneo è pressoché identico: Dore e Ugna si giocano la finale, risultato di 1-1 al termine dei tempi regolamentari, rigori che sorridono ancora una volta al Dore. E così l’Ugna, per due anni di fila, riesce solo ad avvicinarsi alla coppa dei vincitori, la sfiora ma se la vede scivolare via dopo la crudele lotteria dei tiri dal dischetto. Dal canto suo invece, il rione bianco-rosso oltre a godersi la nona vittoria in un totale di 14 finali disputate, stabilisce il record di quattro tornei conquistati consecutivamente. Riuscirà qualcuno ad interrompere questa egemonia battendo i ragazzi di mister Paesano?

Al calcio d’inizio mister Torracchi manda in campo il consueto modulo di gioco, provato e confermato dai buoni risultati, mentre il Dore si trova a dover sopperire alla mancanza di gran parte della difesa: per le assenze di Meoni Lorenzo, Stobbia e Cirri, come terzini Paesano propone Gentili e Porcu.

Dopo soli due minuti il rione bianco-rosso, che appare più incisivo e preciso, si fa subito pericoloso con Accardo: su assist di Luzzu, l’attaccante calcia verso la porta dell’Ugna ma Colombo è attento e respinge. La seconda azione da gol è sempre del Dore, e si registra al 19esimo minuto quando un lancio filtrante di Brio trova smarcato Luzzu che tirando di prima intenzione si imbatte nuovamente nei riflessi pronti del portiere. L’Ugna fatica a costruire manovre insidiose per la retroguardia bianco-rossa, ma al 22esimo cambiano le sorti della partita: dopo aver preso palla a centrocampo, il giovane Nesi Simone si inserisce con estrema agilità tra le maglie della difesa del Dore, entra in area e per un contatto subìto alle spalle cade a terra. Per l’arbitro è calcio di rigore. Scattano così le proteste di Porcu e compagni che mostrano la loro perplessità al direttore di gara per la decisione presa, ma ormai non si torna indietro e sul dischetto si presenta lo stesso giocatore che si è guadagnato il penalty: Nesi non sbaglia. L’Ugna è in vantaggio per 1-0. A questo punto il rione bianco-rosso perde di lucidità, a centrocampo cala la precisione nei passaggi e le azioni si fanno troppo frettolose, cosicché su una palla persa al 26′ minuto, Ciapetti avrebbe l’occasione per raddoppiare ma dopo un affondo sulla fascia scivola all’ingresso in area. Come se non bastasse, dopo soli 30 giri di orologio il Dore vede un acciaccato Accardo costretto ad abbandonare il rettangolo di gioco, ed al suo posto entra Nesi Alessio. Al 33esimo l’Ugna si fa ancora pericolosa con un’azione personale di Lunghi, ma la sua conclusione trova attento Franchi. Nei minuti conclusivi della prima frazione il Dore si riaffaccia in avanti: prima Bettarelli insacca il pallone in rete ma a gioco fermo, su segnalazione di fuorigioco del guardalinee, poi ancora lo stesso attaccante crea pericolo con un tiro ribattuto dal difensore. Si conclude sull’1-0 a favore per l’Ugna il primo tempo della finalissima.

Al rientro delle squadre in campo, Paesano cerca di cambiare qualcosa e così sostituisce Bettarelli col difensore Bruni, affinché Porcu possa occupare una posizione più offensiva e a lui congeniale. Al 43′ minuto l’Ugna sfiora il raddoppio: su cross di Signorini, una conclusione mancata da Ciapetti diventa un assist per Lunghi, che però calcia su Franchi. Nello stesso minuto una decisione dell’arbitro è ancora una volta motivo di controversie e discussioni. In uscita, l’estremo difensore del Dore blocca con le mani il pallone appena fuori dall’area, il guardalinee segnala il fatto al direttore di gara che fischia punizione a favore dell’Ugna e ammonisce Franchi: scattano così le proteste di giocatori e panchina bianco-verde, che per l’intervento chiedono il rosso diretto. L’arbitro però è inamovibile. Della punizione dal limite dell’area se ne incarica Lunghi: il suo tiro è insidiosissimo e proprio mentre si accinge ad entrare in rete Franchi respinge con un intervento miracoloso. Nonostante le occasioni per la formazione di Torracchi, al 47esimo arriva il pareggio del Dore grazie a Gentili, che sugli sviluppi di un calcio di punizione rimane solo nell’area di rigore libero di concludere verso la porta e di battere un immobile Colombo. Il gol del pareggio è un duro colpo per l’Ugna, ma la reazione non tarda ad arrivare, infatti Signorini nel giro di 5 minuti impensierisce la difesa bianco-rossa per due volte con una conclusione in porta ed un tiro fuori misura. Dal 60esimo in poi il Dore torna all’attacco e prende in mano il pallino del gioco, mentre la formazione bianco-verde si concentra sulla fase difensiva dopo aver visto neutralizzati diversi tentativi di segnare. Brio cerca più volte il gol ma le conclusioni sono fuori misura, mentre al 70′ minuto un bellissimo tiro di Battistini impegna Colombo in una parata sensazionale. Dopo questa occasione la partita si accende, sia in campo che sugli spalti, per un fallo di mano di Pesaresi non punito dall’arbitro: anche qui la situazione non è chiara e farà discutere molto spettatori e giocatori. Finiscono così i tempi regolamentari sul punteggio di 1-1. Mentre il primo tempo supplementare non è interessato da azioni importanti ma solo da qualche sostituzione da parte dei due allenatori, il secondo regala ancora qualche emozione: al primo minuto Cherubini, con un tiro da fuori, impegna seriamente il portiere dell’Ugna in tuffo, e all’8′ l’ultima occasione è sui piedi di Lunghi che su punizione tira potente ma centrale. Dopo 100 minuti molto intensi e combattuti in ogni frangente, si passa alla lotteria dei rigori, proprio come l’anno prima. Il rione bianco-verde, in una serie di tiri dal dischetto infinita, ha l’opportunità di vincere per 3 volte, ma in tutti i casi i giocatori non ne approfittando facendosi parare i tiri o calciando fuori. La partita si decide solo al 14esimo rigore, quando Franchi ipnotizza il giocatore ugnotto Nesi Alessio regalando il nono trofeo al proprio rione. In campo e sugli spalti l’entusiasmo dei giocatori e dei sostenitori bianco-rossi è alle stelle, ed alla premiazione è una festa. Dall’altra parte c’è grossa delusione per l’Ugna e per capitan Torracchi, visto che dopo un gran torneo ancora una volta i rigori gli sono fatali.

Oltre alle coppe per i primi e i secondi classificati, vengono effettuate anche altre premiazioni:

-il trofeo “Saltini” per il miglior portiere va a Franchi, fondamentale nel cammino del Dore

-il titolo di capocannoniere, insieme al trofeo “Perugi” per il miglior giocatore del torneo, è attribuito al bomber del Tobbiana Costa

-il premio “Matera” per il miglior giovane under20 viene consegnato al centrocampista dell’Ugna Nesi Simone

-il premio “Nencini” all’allenatore Paesano del Dore

 

 

 

Marco Piantini

 

 

 

Tabellino

 

DORE – UGNA 1 – 1 ( 12 – 11 dopo i calci di rigore)

 

DORE: Franchi, Gentili, Meoni Andrea, Maccari, Porcu, Cherubini, Battistini, Luzzu, Bettarelli(41′ Bruni), Brio, Accardo(29′ Nesi Alessio)(1′ p.t.s Arrigucci)

Panchina: Macchini, Baldi, Cherubini Lorenzo, Fabbri, Daddario, Grazzini

Allenatore: Paesano Alessandro

 

UGNA: Colombo, Nesi Alessio, Pesaresi, Torracchi, Gori(8′ p.t.s Giorgini), Caioni(58′ Gelli), Fattori(72′ Pini), Ciapetti, Nesi Simone, Lunghi, Signorini

Panchina: Boccardi, Massagli, Radoja, Ciccone, Palmigiano

Allenatore: Torracchi Valerio

ARBITRO: Stefanacci. Assistenti: Piazzini e Trinci. Quarto uomo: Bonvissuto

MARCATORI: Nesi Simone (22′) (Ugna) ; Gentili (47′) (Dore)

RIGORI: A segno per il Dore: 2 Brio, 2 Battistini, 2 Gentili, Cherubini, Maccari, Porcu, Meoni Andrea, Franchi; errori di: Luzzu, Arrigucci e Bruni.

A segno per l’Ugna: 2 Colombo, 2 Signorini, Nesi Alessio, Lunghi, Pini, Gelli, Torracchi, Giorgini; errori di: Nesi Simone, Ciapetti, Pesaresi e Nesi Alessio.

NOTE: Ammoniti: Brio, Franchi (Dore); Fattori, Nesi Alessio, Lunghi (Ugna)

Commenti (1)

Tags: , ,

E’ l’Ugna la prima finalista! Sconfitto in rimonta il Fognano

Pubblicato il 26 luglio 2012 by marco


Ci aspettavamo una semifinale tesa e combattuta fino all’ultimo respiro: e così è stato. In questa partita Fognano e Ugna hanno entrambe  mostrato di meritarsi la finale, ma alla fine ad esultare è il rione bianco-verde che così per il secondo anno consecutivo potrà combattere l’ultima battaglia per la vittoria del torneo.

Per quanto riguarda le formazioni i due allenatori, pur ripresentando in linea di massima stesso modulo e organizzazione tattica, hanno dovuto far fronte ad assenze importanti: da una parte mister Franchi è stato costretto a far a meno di Ferrari e Cortese, mentre Torracchi non ha potuto contare sull’apporto del giovane Nesi Simone.

I primi tiri verso la porta avversaria sono di marca ugnotta, con Caioni che per due volte consecutive impensierisce il portiere tirando però fuori misura. Il cinico Fognano argina con sicurezza le offensive bianco-verdi e su una fulminante ripartenza segna la rete del vantaggio al decimo minuto: Pinto, con un delizioso assist smarcante, lancia in profondità il centravanti Ciofi che con un tiro potente e preciso insacca alle spalle di Boccardi. Poco dopo il gol il gioco viene interrotto per diversi minuti a causa di un infortunio subìto dallo stesso estremo difensore dell’Ugna. A questo punto lo sconforto invade i volti dell’intera squadra bianco-verde, in quanto oltre ad essere sotto di una rete non ha un portiere di riserva  in panchina da poter inserire, ma fortunatamente, anche se con difficoltà, Boccardi si rialza facendo sapere al mister di poter continuare a difendere la propria porta. L’Ugna nonostante il contraccolpo psicologico cerca la reazione, ma l’unico giocatore che sembra poter fare la differenza davanti è il fantasista Lunghi, che con i suoi continui movimenti orizzontali ed in profondità mette in affanno la retroguardia del Fognano. Al 28′ la squadra giallo-blù è costretta a sostituire Pinto per un problema muscolare, e soli 4 minuti dopo l’Ugna agguanta il pareggio: Caioni, dopo essersi aggiustato il pallone dalla lunga distanza, lascia partire un bellissimo tiro che batte sul secondo palo un impotente Pagliai. Quando il punteggio è sull’1-1 gli animi in campo si scaldano, infatti protagonisti della fine della prima frazione sono i giocatori Nanni Andrea e Fattori che dopo ripetuti contatti fisici si prendono anche verbalmente.

Nel secondo tempo parte subito forte l’Ugna, pericolosa al 44′ grazie ad una tambureggiante azione di Nesi sulla fascia conclusasi con un tiro respinto dal portiere fognanese. Al minuto 48 la squadra allenata da mister Torracchi si guadagna l’ennesima punizione dal limite dell’area, questa volta però in posizione defilata nei pressi dell’angolo dell’area di rigore: sul punto di battuta si presenta Lunghi, che con un tiro insidioso, potente e basso sul secondo palo supera Pagliai. Una volta ribaltato il risultato, l’Ugna si concentra sulla fase difensiva nel tentativo di arginare i ripetuti attacchi del Fognano, che per diverse volte nell’ultima mezzora di gioco sfiorano il pareggio. Al 54esimo Lombardi con un bel collo esterno dalla lunga distanza colpisce la traversa a Boccardi battuto, mentre al 60esimo un attivissimo Ferri impegna il portiere avversario. Il rione bianco-verde si riaffaccia in avanti con due interessantissime occasioni per segnare la terza marcatura, ma prima Lunghi, che dopo un cambio di gioco di Ciapetti colpisce solo l’esterno della rete, e successivamente Signorini, che calcia da buonissima posizione su Pagliai, non riescono ad incrementare il vantaggio. I minuti conclusivi oltre ad essere dominati dal Fognano, che con le buone o con le cattive cerca il pareggio, sono densi di tensione e nervosismo: più volte il gioco si ferma in mezzo al campo e l’arbitro estrae il cartellino giallo ripetutamente. Al fischio finale l’urlo di gioia è dei tifosi ugnotti, mentre il Fognano, che aveva concluso il girone al primo posto, esce tra gli applausi dei propri sostenitori.

Marco Piantini

Tabellino

 

FOGNANO – UGNA 1 – 2

 

FOGNANO: Pagliai, Ferretti(Carlesi 70′), Renna, Pugliese, Ferri, Nanni Andrea, Maltinti(Ravagli 58′), Lombardi, Nanni Mirco, Pinto(Tucci 28′)(De Leonardo 79′), Ciofi Filippo

Panchina: Ferrati, Torracchi Simone, Brunetti, Latronico, Ciofi Francesco

Allenatore: Franchi Riccardo

 

UGNA: Boccardi, Nesi Alessio, Pesaresi, Torracchi Davide,Gori, Caioni(Pini 62′), Gelli, Fattori, Ciapetti, Lunghi, Signorini

Panchina: Giorgini, Margagliotta, Radoja, Massagli, Palmigiano

Allenatore: Torracchi Valerio

 

ARBITRO: Bonvissuto. Assistenti: Sparviero, Chiacco

MARCATORI: Ciofi(10′) (Fognano); Caioni(32′), Lunghi(48′) (Ugna)

RIGORI: ///

NOTE: Ammoniti: Torracchi, Gori, Pesaresi (Ugna), Pinto, Ferri, Ravagli, Ciofi (Fognano)

Commenti disabilitati su E’ l’Ugna la prima finalista! Sconfitto in rimonta il Fognano

Tags: , ,

Pagelle : Tobbiana – Ugna

Pubblicato il 12 luglio 2012 by Nicola

Tobbiana

 

Bedin, voto 6.5 : se il Tobbiana vince è anche merito suo, delle sue pregevoli parate e delle ottime uscite con i pugni.

Matera, voto 6 : primo tempo lodevole,  nel secondo cala fisicamente.

Fedi, voto 6 :tiene a bada le scorribande bianco-verdi con esperienza. Abile nel finale quando, con l’intensificarsi degli attacchi avversari, rende vano ogni pericolo.

Loriga, voto 6 : marca Lunghi con tenacia e si fa trovare sempre al posto giusto, soffre le palle alte.

Mazzanti, voto 6.5 : le sua qualità più evidenti sono la determinazione e la grinta che gli garantiscono prestazioni di notevole spessore.

Cusumano, voto 6.5 : pedina importante di questa formazione ,  è onnipresente e lotta su ogni pallone.

Vannucci, voto 7 : il virtuoso giovane targato Tobbiana si impadronisce presto del centrocampo servendo innumerevoli palloni ai compagni.

Nesi, voto 6 : Si muove insistentemente negli spazi proponendo interessanti seuggerimenti ai centrocampisti ma non è mai veramente pericoloso sotto porta.

Lo Faro, voto 6.5 : Prestazione più che buona per l’esterno bianco-azzurro, sfreccia sull’out di destra a velocità supersonica regalando spesso buone giocate.

Costa, voto 7 : un’autentica bomba ad orologeria, nel reparto avanzato tiene testa da solo a tutta la difesa dell’Ugna, le azioni più pericolose partono dal suo piede destro.

Rossi, voto 7 : primo tempo da protagonista, affonda tra le maglie bianco-verdi e porta in vantaggio la propria squadra con un goal di testa.

Bonelli, voto 6 : entra nella ripresa con l’intento di dare maggiore qualità alla manovra, ci riesce in parte.

All. Nesi, voto 6.5 : nove punti in 4 partite sono un bottino rilevante.  La squadra gioca col cuore proponendo un gioco divertente e scintillante.

 

Ugna

 

Colombo, voto 6.5 :  dimostra di essere un vero portiere quando, con un tuffo spettacolare, riesce a deviare la semi rovesciata di Rossi. Incolpevole sul goal.

Ciapetti, voto 6.5 : chiude con precisione, appoggia con puntualità la manovra a centrocampo, non va mai in sofferenza da sua parte.

Gori, voto 6 : mezzo voto in meno per la disattenzione in occasione del goal,  schierato in veste di terzino, mantiene bene la posizione facendosi notare per belle chiusure.

Pesaresi, voto 6 : schierato da titolare tiene bene la posizione e riesce ad arginare le offensive tobbianesi.

Torracchi, voto 7 : magistrale prestazione, con le buone o con le cattive limita le avanzate bianco-blu. Impossibile superarlo sui palloni alti.

Pini, voto 5.5 :  i pochi interventi sono fuori misura, non riesce a entrare nel vivo della partita e costringe il mister a sostituirlo nella ripresa.

Gelli, voto 6 : prestazione compassata, qualitativamente buona ma carente di quella grinta che occorre al torneo dei rioni.

Caioni, voto 6 :combatte con durezza e determinazione, ma pecca un tantino in brillantezza. Da uno come lui ci aspetta sempre di più.

Nesi, voto 6 : autore di alcune buone giocate ma non riesce a avvicinarsi troppo nei pressi di Bedin.

Lunghi, voto 5.5 : corre e si sacrifica molto, ma senza molti risultati,  nel finale si innervosisce un po’.

Signorini, voto 6 : si limita a svolgere il compitino senza strafare. Manca quel salto di qualità che da tempo tutti si attendono.

Fattori voto 4 : entra in campo e  nel giro di dieci minuti prende due ammonizioni per proteste e lascia  la propria squadra in inferiorità numerica.

Radoja S.V.

All. Torracchi, voto 6 : Carica a dovere la propria compagine che sul campo si dimostra vogliosa e agguerrita, tenta più volte, anche se invano, di rimettere  in piedi la partita.

 

Nicola Andreini

Commenti disabilitati su Pagelle : Tobbiana – Ugna

Tags: , ,

Tobbiana, che grinta! Terza vittoria e primato in classifica

Pubblicato il 12 luglio 2012 by marco

Al termine di una partita in bilico e tesa fino agli ultimi istanti di gioco, il Tobbiana conquista i tre punti battendo per 1-0 l’Ugna, portandosi così temporaneamente in vetta alla classifica del Torneo dei Rioni.

Già nelle prime fasi del match il rione “montanaro” cerca di imporre il proprio ritmo agli avversari, ed infatti le occasioni da gol sono tutte di marca bianco-blù: dopo sei minuti dal calcio d’inizio Costa si fa pericoloso in contropiede, ma ritardando la conclusione permette il rientro della difesa ugnotta e il suo tiro viene parato da Colombo. Ancora al 16esimo il bomber tobbianese semina il panico nell’area avversaria, ma calcia sul fondo. Al 20′ si ha il primo tiro in porta dell’Ugna, ma Pini non inquadra lo specchio della porta. Il Rione bianco-verde è in evidente difficoltà, in quanto il fisico centrocampo del Tobbiana argina le azioni con decisione e tempismo, ed infatti al 31′ minuto corre un grosso pericolo quando la sua difesa viene mandata in tilt da un uno-due micidiale tra Costa e Lo Faro: Rossi, pescato al centro dell’area, calcia al volo, ma Colombo miracolosamente mette in calcio d’angolo. E’ dallo stesso corner che arriva il meritato vantaggio della squadra di mister Nesi: l’attaccante Rossi, protagonista dell’azione precedente, insacca alle spalle del portiere con un preciso colpo di testa. Gli ultimi 10 minuti della prima frazione vengono sostanzialmente giocati a centrocampo, e mentre il rione in vantaggio rallenta il ritmo tentando azioni offensive solo in contropiede, l’Ugna fatica a creare importanti occasioni da rete.

L’inizio del secondo tempo è caratterizzato da innumerevoli falli ed interruzioni del gioco da parte del direttore di gara, che a tratti fatica a sedare gli animi dei giocatori di entrambe le squadre. Mister Torracchi manda in campo il veterano Fattori per irrobustire il centrocampo, ed al 55′ la sua squadra va vicina al pareggio: sfruttando un errore difensivo, l’attaccante Signorini, ritrovatosi nell’area piccola, calcia in porta, ma Bedin è attento e respinge con i piedi. Nella successiva fase della partita saltano gli schemi e le due formazioni non riescono a costruire importanti azioni da gol, in quanto si gioca in spazi così stretti da costringere i giocatori al lancio lungo. A cinque minuti dalla fine il sempreverde Torracchi tiene col fiato sospeso il caldissimo tifo tobbianese. Approfittando di una veloce rimessa di Fattori, il difensore dell’Ugna dopo essersi proiettato in avanti, tira verso lo specchio della porta avversaria: Bedin ancora una volta vigile respinge il pallone, che impennandosi colpisce la parte superiore della traversa finendo in calcio d’angolo. Nei minuti finali Lunghi, uno dei più vivaci tra i suoi, cerca di impensierire la difesa del Tobbiana sia con azioni personali che con calci di punizione dal limite del’area, ma la pressione della difesa bianco-blù è asfissiante e non permette ad attaccanti e centrocampisti la finalizzazione del gioco. In campo e sugli spalti la tensione è altissima, tant’è che anche nei minuti di recupero non mancano le emozioni: a causa di varie e ripetute proteste, Fattori, dopo 30 minuti di partita, viene allontanato dal rettangolo di gioco per doppia ammonizione. Il fischio finale viene accolto da un boato del pubblico del Tobbiana, che vede i suoi beniamini trovarsi al comando del Torneo dei Rioni in attesa degli ultimi due incontri del girone. L’Ugna, dal canto suo, ormai da tempo passata alla fase successiva matematicamente, dovrà anch’essa aspettare il responso di Giovedì e Venerdì per conoscere l’accoppiamento nei playoff.

Marco Piantini

 

 

Tabellino

 

UGNA – TOBBIANA 0 – 1

UGNA: Colombo, Ciapetti, Pesaresi, Torracchi, Gori, Pini(Fattori 52′), Gelli(Radoja 69′), Nesi Simone, Caioni, Lunghi, Signorini

Panchina: Boccardi, Margagliotta, Palmigiano, Massagli, Ciccone, Giorgini

Allenatore: Torracchi Valerio

 

TOBBIANA: Bedin, Matera, Fedi, Loriga, Mazzanti, Cusumano, Vannucci, Nesi(Bonelli 59′), Lo Faro, Costa( Torracchi 79′), Rossi(Pellegrini 72′)

Panchina: Cusumano

Allenatore: Nesi Marco

ARBITRO: Bruschi

MARCATORI: Rossi (32′) (Tobbiana)

NOTE: Ammoniti: Vannucci (Tobbiana), Fattori (Ugna) / Espulsi: Fattori (Ugna)

Commenti disabilitati su Tobbiana, che grinta! Terza vittoria e primato in classifica

Tags: , , ,

Colpaccio dell’Ugna: agganciata la vetta della classifica

Pubblicato il 05 luglio 2012 by marco

E‘ un gran colpo quello dell’Ugna nel nono incontro del Torneo dei Rioni, infatti al termine di una partita combattuta e nel complesso equilibrata è riuscita ad avere la meglio sulla formazione del Dore.

I due schieramenti si presentano per questo match senza grosse novità: a parte l’importante assenza in casa bianco-rossa di Porcu, e il ritorno di Pini per i bianco-verdi, vengono confermati pressoché gli stessi giocatori delle scorse partite.

Nelle fasi iniziali sembra il Dore a tenere il pallino del gioco, e la prima occasione si registra all’ottavo minuto con un tiro dalla distanza di Battistini che si spegne di poco sul fondo. La reazione ugnotta è veemente, tale da creare pericoli nell’area del Dore con due nitide opportunità di segnare: al 14′ su un cross dalla destra, Franchi si fa trovare attento sull’incornata ravvicinata di Signorini, mentre al 15’ un’azione corale della formazione bianco-verde manda il giovanissimo Nesi davanti al portiere, che però riesce ancora una volta ad essere essenziale. Dopo questi due minuti di fuoco, il match risulta equilibrato fino alla fine della prima frazione. Il Dore cerca di impensierire Colombo, ma la fase offensiva risulta troppo sprecisa e macchinosa; dall’altra parte l’Ugna gioca meglio, ma le uniche azioni degne di nota nascono da situazioni di contropiede.

L’inizio del secondo tempo si apre invece con un monologo ugnotto: dopo l’ennesimo buon intervento di Franchi su punizione, al sesto minuto arriva il vantaggio dell’Ugna. Su un errore difensivo, Simone Nesi si impadronisce del pallone e batte con un delizioso pallonetto il portiere in uscita.

Al 50′ minuto i due allenatori decidono di cambiare qualcosa, inserendo da un parte Luzzu per migliorare la fase offensiva, e dall’altra Pesaresi che posiziona in difesa prendendo il posto di Pini. Il Dore, che non sembra essere la macchina perfetta delle partite precedenti, ha difficoltà ad entrare nell’area di rigore avversaria e le uniche occasioni per il pareggio nascono da tiri dalla distanza ribattuti o fuori dallo specchio. Nell’ultimo quarto d’ora la partita si innervosisce e l’arbitro estrae il cartellino giallo a ben 4 persone: tra questi episodi l’attaccante Brio, finora in ombra, prova a segnare prima con una punizione e successivamente con un girata nel’area di rigore.

L’incontro si conclude quindi sull’1-0 per la formazione bianco-verde, che merita questa vittoria non solo per le opportunità create ma anche per organizzazione tattica e precisione in mezzo al campo. Il torneo dei Rioni, quindi, rimane apertissimo, con tre squadre a quota  6 punti e due a 4 punti. La partita in programma tra Bigattiera e Stazione potrà già essere decisiva per il passaggio del turno: la Stazione deve vincere, mentre il rione Bigattiera è più tranquillo per i risultati ottenuti nei due match precedenti.

Marco Piantini

Tabellino

 

DORE – UGNA 0-1

DORE: Franchi, Meoni Lorenzo, Cirri, Meoni Andrea, Stobbia, Arrigucci(Nesi Alessio 61′), Cherubini Giulio, Maccari, Battistini(Cherubini Lorenzo 64′), Brio, Bettarelli (Luzzu 50′)

Panchina: Macchini, Bruni, Daddario, Cipriani, Fabbri, Porcu

Allenatore: Paesano Alessandro

 

UGNA: Colombo, Nesi Alessio, Torracchi, Gori, Ciapetti, Caioni, Pini(Pesaresi 50′), Gelli, Nesi Simone, Lunghi, Signorini(Boccardi 80′)

Panchina: Radoja, Massagli, Giorgini, Palmigiano

Allenatore: Torracchi Valerio

 

ARBITRO: Morganti. Assistenti: Bruschi, Giaconi

MARCATORI: Nesi Simone (46′) (Ugna)

NOTE: Ammoniti: Nesi Alessio, Torracchi (Ugna). Stobbia, Brio (Dore)

Commenti (1)

Tags: , ,

Pagelle : Ugna – Bigattiera

Pubblicato il 30 giugno 2012 by Nicola

Ugna

Boccardi, voto 6 : non  ha dovuto sudare gran che nel difendere la sua porta.

Ciapetti, voto 6 : partita prevalentemente  difensiva con poche incursioni oltre la metà campo.

Torracchi, voto 6.5 :  scrupoloso e attento, è l’allenatore in campo di questa squadra

Nesi Alessio, voto 6.5 : Si impegna, corre, regala utili verticalizzazioni.

Gori, voto 6 : a volte in affanno,  ma in generale dà sicurezza ai compagni.

Caioni, voto 6 : cala un p0′ rispetto alla scorsa partita ma offre un’ altra buona prestazione sia in difesa che a centrocampo.

Gelli, 5.5 :   l’errore dagli undici metri condiziona il giudizio sulla sua partita.

Lunghi, voto 7 : è l’anima della formazione bianco-verde e il faro della manovra oltre che il giocatore più pericoloso.

Nesi Simone 7 :  chiamato in causa da mister Torracchi per dare un tocco di genio sulla fascia, ripaga con una gara magistrale e nel secondo tempo arriva anche al gol di testa che ristabilisce la parità.

Signorini, voto 5 : Serataccia. Chiuso dalla coppia centrale Torracchi-Gori, riesce a giocare pochi palloni in modo efficace.

Giorgini, voto 6 : entra al posto dell’infortunato Fattori, gestisce bene il gioco calando però nel finale.

Radoya, S.V.

Fattori, S.V.

All. Torracchi Valerio, voto 6 : riesce a dare compattezza alla squadra e  imposta il gioco sulle avanzate di Lunghi e Nesi.

 

Bigattiera

 

Giomi, voto 6,5 : lavoro di ordinaria amministrazione. Para con molta freddezza il tentativo di cucchiaio di Radoya.

Giannini, voto 6 : Sicuro negli interventi, tra i più lucidi e concentrati, si procura il rigore realizzato poi da Innocenti.

Lucchesi, voto 6.5 : : Tra i migliori, recupera palloni su palloni. Ottimo nell’ impostare l´azione.

Lami, voto 6 : gestisce bene le avanzate di Lunghi e compagni ma è complice della disattenzione difensiva in occasione del gol.

Casucci, voto 6.5 : Solito pilastro in mezzo al campo, offre una prestazione di sostanza.

Pettazzoni voto 6 :  nessuna grossa amnesia, dagli avversari non arrivano grandi problemi.

Nencini, voto 5.5 : positivo l’impegno ma le sue doti rimangono piuttosto in ombra.

Perugi, voto 6 : il brutto terreno di gioco non aiuta un giocatore con le sue qualità. Si deve adattare a un gioco fatto di lanci lunghi e pochi fraseggi.

Ferri, voto 5,5 : prova un po’ grigia per il giocatore giallo-nero.

Innocenti, voto 6.5 : realizza con freddezza il rigore che porta in vantaggio la bigattiera e partecipa in modo energico e produttivo alle manovre di gioco.

Riccio, voto 5,5 : Si muove tanto come sempre ma non incide. Gli manca il gol.

Giovannini Gabriele, voto 5.5 : entra in campo per contrastare la fisicità dei difensori ugnotti ma è troppo isolato.

All. Saltini, voto 6 : La squadra è solida e cinica abbastanza per agguantare il secondo pareggio con vittoria ai rigori. I risultati gli dannno ragione.

 

 

CRONACA DELLA PARTITA

 

Commenti disabilitati su Pagelle : Ugna – Bigattiera

Tags: , ,

Il derby va alla Biga: Ugna sconfitta ai rigori

Pubblicato il 30 giugno 2012 by marco

Dopo la sesta partita del Torneo dei Rioni, la classifica inizia a delinearsi per il passaggio del primo turno: per la Bigattiera si tratta di un ottimo colpo, in quanto la seconda vittoria ai rigori gli permette di salire a quota 4. Solo un punto dietro c’è l’Ugna, alla quale la lotteria dei calci dal dischetto ha sorriso solo una volta, pur avendo offerto in entrambi gli incontri un ottimo gioco.

Dopo una prima fase di studio da parte di entrambe le squadre, il primo vero affondo in area, al 13′ minuto, genera la prima rete: Riccio passa a Giannini, che al momento del tiro viene contrastato fallosamente. Per l’arbitro è calcio di rigore, dal dischetto Innocenti non sbaglia, e grazie alla sua realizzazione  i giallo-neri passano in vantaggio.

L’Ugna cerca in ogni modo di reagire, lotta su ogni pallone in mezzo al campo con le indicazioni dell’ex Fattori, ma la prima conclusione verso la porta avversaria di Ciapetti non impensierisce Giomi. Il Rione bianco-verde pressa e riesce ad alzare i ritmi di gioco, sfruttando soprattutto le fasce per rendersi pericoloso. Dopo varie incursioni in area il direttore di gara assegna un ulteriore penalty dopo un intervento falloso, ma stavolta a favore dell’Ugna: è il 29′ minuto quando Gelli calcia a lato dagli 11 metri. L’errore dà coraggio alla Bigattiera, che torna a offrire solidità a centrocampo e attenzione nelle retrovie. Alla mezzora ha addirittura l’opportunità di raddoppiare con Riccio, ma il centravanti calcia fuori dopo esser stato imbeccato da un lancio in profondità.

La seconda frazione di gioco viene occupata prevalentemente dai contrattacchi ugnotti, ma la fisicità dei giocatori giallo-neri, seppur in difficoltà e senza troppa precisione,  non rendono la vita facile ai centravanti avversari. Al 60′ minuto una disattenzione difensiva su azione di calcio d’angolo causa il pareggio dell’Ugna: sul cross di Lunghi, l’esordiente Simone Nesi insacca con un gran colpo di testa che non lascia scampo a Giomi. La Bigattiera allora torna a farsi vedere dalle parti del portiere Boccardi, ma un’attenta retroguardia limita l’azione delle ali e dell’attaccante Giovannini, poco servito. Dall’altra parte il Rione bianco-verde si rende pericoloso prima con Lunghi su punizione, e sul finire dei tempi regolamentari con il terzino Nesi Alessio che calcia alto da buona posizione. Il punteggio rimane fermo così sull’1-1.

Ai calci di rigore la Bigattiera è più precisa. Il sesto penalty risulta decisivo per le sorti della partita, con il giovanissimo Radoja che tenta di beffare con un cucchiaio il portiere giallo-nero: Giomi, rimasto in piedi centralmente, blocca senza problemi il tiro. Successivamente Grassini, subentrato durante il match, regala la vittoria alla propria squadra realizzando dagli 11 metri.

Marco Piantini

Tabellino

 

UGNA- BIGATTIERA  1-1 (6-7 dopo i calci di rigore)

UGNA: Boccardi, Ciapetti, Nesi Alessio, Torracchi, Gori, Caioni, Nesi Simone, Fattori(Giorgini 32′)(Radoja 38′), Gelli, Lunghi, Signorini

Panchina: Colombo, Massagli, Margagliotta, Pini,  Ciccone, Palmigiano

Allenatore: Torracchi Valerio

 

BIGATTIERA: Giomi, Giannini, Lucchesi, Lami, Casucci, Pettazzoni, Perugi, Nencini(Giovannini Gabriele 58′), Ferri, Innocenti, Riccio(Grassini 41′)

Panchina: Vannucci, Bruni, Ducchini, Giovannini Gioele, Rossi

Allenatore: Saltini Riccardo

ARBITRO: Bartoloni. Assistenti: Baroni, Vani

MARCATORI: Innocenti (13′) (Bigattiera), Nesi Simone (60′) (Ugna)

RIGORI: A segno per l’Ugna: Caioni, Nesi Simone, Nesi Alessio, Lunghi, Boccardi. Errori: Signorini, Radoja.

A segno per la Bigattiera: Ferri, Casucci, Lucchesi, Innocenti, Perugi, Grassini. Errori: Giovannini

NOTE: Ammoniti: Perugi (Bigattiera), Nesi Alessio, Nesi Simone (Ugna)

PAGELLE BIGATTIERA – UGNA

Commenti disabilitati su Il derby va alla Biga: Ugna sconfitta ai rigori

Tags: , ,

Pagelle : Fognano – Ugna

Pubblicato il 22 giugno 2012 by Nicola

Ugna

Boccardi, voto 5.5  : poco impegnato dai calciatori bianco-verdi ma rischia di cambiare le sorti della partita con una brutta uscita che gli costa anche il giallo.

Nesi, voto 6 : nessuna grossa amnesia in fase difensiva. Contribuisce in modo discontinuo alle offensive della propria squadra.

Gori, voto 6.5 : il giovane centrale classe 95 si mostra come un giocatore puntuale e scattante. Da sicurezza al portiere con un ottima direzione della linea difensiva.

Ciapetti, voto 6 : nel primo tempo si limita all’ordinaria amministrazione nel secondo riesce a dare una mano anche sulla tre quarti avversaria.

Torracchi, voto 6.5 : prova concreta e solida per l’esperto difensore dell’ugna.

Gelli, voto 5.5 : in questa gara si è quasi nascosto. Non trova mai un guizzo in cabina di regia e non serve troppi palloni giocabili ai compagni.

Caioni, voto 6.5 : anche lui come il compagno Gori è di classe 95.  Inventa, gestisce, tampona: è tre giocatori in uno, elemento chiave della doppia fase, offensiva e difensiva.

Fattori, voto 6.5 : fa valere la sua esperienza aiutando al meglio i suoi compagni di reparto.

Lunghi Leonardo, voto 6 : Evanescente in avvio, stanco nella ripresa. E’ uno dei migliori sulla carta ma stasera non ne da la prova.

Radoya, voto 6 : soffre un pò l’inesperienza ma ci sono ottimi margini di miglioramento.

Signorini, voto 6 : cerca in tutte le maniere la difesa avversaria nel primo tempo, ma nel secondo gli manca l’apporto dei compagni finendo così per diventare un ” leone in gabbia”

Pesaresi, voto S.V.

Massagli S.V.

All. Torracchi, voto 6 : Mette in campo l’assetto più funzionale, attento nei cambi.

 

Fognano

Pagliai, voto 6 : è attento in quel paio di casi in cui è richiesto il suo intervento.

Ferrari, voto 6.5 : il terzino giallo-blu si sacrifica molto offrendo una spinta sulla fascia non da tutti.

Ferri, voto 6.5 : partita senza troppi impegni, si affida spesso ai rilancia. Attento e preciso nel serrare le fila della difesa.

Renna, voto 5.5 : Non c’è a livello fisico, alza bandiera bianca già ad inizio ripresa.

Cortese, voto 6 :Nel primo tempo poco presente nelle manovre offensive, nel secondo si mette in luce per discrete conclusioni che impegnano Boccardi.

Nammi Andrea, voto 6.5 :  sempre pronto ad assistere la manovra offensiva e il fraseggio in fase di possesso.

Nanni Mirco, voto 6 : è una pedina importante della formazione di mister Giardi, ma non riesce a rendersi pericoloso come è suo solito fare.

Morra, voto 6.5 : gioca semplice e questa si rivela essere la sua forza.  Massiccio, intelligente,  ha una buona personalità e smista palloni in ogni angolo del campo.

Lombardi, voto 6 : cala come tutti nel secondo tempo ma disputa una discreta partita.

Ciofi Filippo, voto 6 : Qualsiasi attaccante poco assistito ha poche possibilità di mettersi in mostra. Non trova il goal e viene sostituito  nella fase finale.

Maltinti, voto 6.5 : entra al posto di Morra ed entra subito in partita, corre dandosi da fare per il bene comune della squadra.

Ciofi Francesco S.V.

Capantonio S.V.

All. Giardi, voto 6 : La squadra è preparata a dovere. Opportuni gli innesti a gara in corso.

 

Terna arbitrale: Stefanacci Marco. Assistenti: Sampaolo Giacomo, Ferraro Gaetano: Voto 6,5 Buona direzione di gara, ineccepibili le decisioni prese dall’arbitro e dagli assistenti.

 

Nicola Andreini

 CRONACA DELLA PARTITA

 

Commenti disabilitati su Pagelle : Fognano – Ugna

Advertise Here
Advertise Here

ADS