Archivio Tag | "vigili"

Tags:

Cataldo Lo Iacono Cavaliere della Repubblica

Pubblicato il 08 settembre 2012 by Oggi

Settanta pubblicazioni, centinaia di articoli specialistici e un’infinità di docenze, relazioni e incontri per diffondere la cultura della legalità. E il Presidente Giorgio Napolitano lo nomina Cavaliere.

Con decreto del 2 giugno 2012 il Presidente della Repubblica, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, ha conferito al Comandante della Polizia Municipale di Montale, Cataldo Lo Iacono, la distinzione onorifica di Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”.

Un riconoscimento straordinario per una persona che nel lavoro ha speso tutta se stessa in termini di dedizione e passione, dando centralità all’educazione alla legalità di giovani e adulti e alla formazione degli appartenenti alle polizie locali.

Il contribuito dato alla crescita di numerosi ragazzi, sotto il profilo del senso civico, è dimostrato dai tanti corsi tenuti per prepararli all’esame per l’ottenimento del patentino per la guida dei ciclomotori e da anni di lezioni in scuole pubbliche e private di varie realtà territoriali per illustrare i rischi connessi a comportamenti scorretti e pericolosi durante la guida dei veicoli.

Anche per gli adulti ha avuto un occhio di riguardo, partecipando agli incontri da chiunque organizzati per parlare di rispetto delle regole che disciplinano la circolazione stradale e più in generale la civile convivenza, cogliendo ogni occasione come opportunità per spiegare la norma e il suo valore, stabilendo un proficuo confronto ed un diverso rapporto tra chi controlla e chi è controllato. Inoltre, dal 2004, a seguito di autorizzazione ministeriale, svolge i corsi per il recupero dei punti della patente di guida ai quali hanno partecipato oltre 800 persone che hanno ricevuto un indispensabile aggiornamento, contribuendo così ad un forte aumento della sicurezza sulle strade.

Per quel che concerne l’attività di formazione per il personale appartenente alle polizie locali, grazie a lui Montale è diventato un centro permanente di studi di settore, perché da 20 anni vi si svolgono corsi annuali con incontri a cadenza quasi mensile che richiamano operatori da oltre 30 comuni della Toscana. Questi incontri, oltre ad essere utili momenti di arricchimento professionale, costituiscono motivo di prestigio per il nostro paese. Rimanendo nell’ambito di detta formazione, occorre segnalare anche la sua notevole attività di docente, di relatore e di autore di oltre settanta pubblicazioni specialistiche diffuse a livello nazionale e di numerosissimi articoli per varie riviste, impegni nei quali ha riversato la conoscenza e l’esperienza acquisite sul campo.

Queste sue molteplici attività svolte in varie parti d’Italia sono state apprezzate ad ogni livello anche istituzionale, tant’è che pochi anni fa nel corso di una pubblica manifestazione sulla sicurezza stradale il prefetto di Pistoia gli ha voluto consegnare una targa con la seguente motivazione: “Per l’impegno, la collaborazione ed i risultati conseguiti nella diffusione della cultura della legalità”.

Appresa la notizia, il sindaco David Scatragli, sicuro di interpretare la volontà della comunità che rappresenta e le numerose persone che hanno comunque conosciuto ed apprezzato il Comandante Lo Iacono, si è con lui complimentato e lo ha ringraziato per la positiva immagine che dà del nostro paese.

Da parte sua, l’interessato si è dichiarato sinceramente orgoglioso ed ha voluto dedicare l’onorificenza ai montalesi per la stima e il rispetto dimostrati nei suoi confronti in tutti questi anni.

Commenti disabilitati su Cataldo Lo Iacono Cavaliere della Repubblica

Tags:

Vigili querelano una cittadina per diffamazione su facebook

Pubblicato il 26 agosto 2012 by Oggi

Una cittadina di Montale è stata querelata per diffamazione dai vigili urbani e dal sindaco di Montale per aver scritto su facebook che «un vigile in borghese girottola con la macchian di servzio per Tobbiana, ecco come si sprecano i soldi del comune». Il vigile visto dalla donna era in realtà impeganto per servizio in attività di verifica sulle residenze e di controllo sulla dimora abituale. Si tratta di un agente di polizia municipale, Luca Atrei, che dal 2007 non indossa più la divisa in quanto per motivi di malattia è stato trasferito a manzioni amministrative. Il vigile ha scritto una lettera al comandante manifestando «lo sdegno e la rabbia» provati dopo aver letto il commento su facebook, sulla pagina di un gruppo di 713 amici, ed ha manifestato l’intenzione di tutelare la sua onorabilità anche attraverso una querela. Il comandante Cataldo Lo Iacono e il sindaco David Scatragli si sono ritenuti a loro volta offesi dall’accusa implicita di aver consentito uno spreco di denaro pubblico. Per questo la giunta comunale ha deliberato di incaricare un legale di predisporre le querele impegnando una spesa di mille e 300 euro.

Commenti disabilitati su Vigili querelano una cittadina per diffamazione su facebook

Tags: ,

Aumentano auto senza assicurazione

Pubblicato il 11 aprile 2012 by Oggi

Durante i controlli effettuati su strada o in occasione di rilievi di incidenti stradali, è emerso che sempre più veicoli circolano senza assicurazione, perché scaduta o, addirittura, contraffatta.

L’aumento è considerevole se si pensa che la media annuale fino al 2009 era di 16, negli anni 2010 e 2011 è stata di 40 e che quelli dei primi tre mesi del 2012 sono già 21.

Un fenomeno che cresce, dunque, nonostante siano previste delle pesanti sanzioni: una multa di 798 euro e il sequestro del veicolo; sequestro che diventa confisca (cioè passaggio del bene in proprietà dello Stato) se entro 60 giorni non viene pagata la multa e stipulata una polizza assicurativa valida per almeno sei mesi. La confisca del veicolo si applica invece sempre quando l’assicurazione è falsa e a guidare il veicolo è lo stesso proprietario.

I controlli su questo versante sono stati e continueranno ad essere particolarmente scrupolosi, considerato il tremendo danno economico che può derivare agli utenti della strada che vengono coinvolti in incidenti stradali causati da soggetti che circolano con veicoli privi di copertura assicurativa.

Data la situazione, consiglio le persone coinvolte in sinistri di chiamare per i rilievi un organo di polizia, per evitare di scoprire solo al momento della richiesta danni che la controparte non era assicurata e che, magari, non è più nemmeno possibile risalire al conducente del veicolo perché al momento del fatto ha pure fornito false generalità!

Commenti disabilitati su Aumentano auto senza assicurazione

Advertise Here
Advertise Here

ADS